Nacer Bouhanni
Nacer Bouhanni

Nacer Bouhanni torna in gara alla 4 Giorni di Dunkerque. Presenti anche Danilo Napolitano e l’Androni Giocattoli-Sidermec – Preview e Startlist

Corsa nata nel dopoguerra in una delle città simbolo del secondo conflitto mondiale, in una terra di confine con il Belgio e nella quale il ciclismo è una religione. La 4 Giorni di Dunkerque vanta nel suo palmares campioni di ogni epoca e nazionalità come Jacques Anquetil e Roger De Vlaeminck, Freddy Maertens (il plurivincitore con quattro successi) e Bernard Hinault, Stephen Roche e Johan Museeuw fino ai più recenti Alexandr Vinokourov e Alberto Rui Costa.

La startlist è di buona ma non eccezionale: sono infatti solamente tre le formazioni World Tour. Nella AG2R La Mondiale speranze riposte su Samuel Dumoulin e Alexis Gougeard, che in terreni simili si esalta; nella FDJ, assente il due volte vincitore Démare, c’è il Yoann Offredo da tempo in crisi. Qualcosa in più lo offre la Etixx-Quick Step con Niki Terpstra e Yves Lampaert, mentre a Maximiliano Richeze toccheranno le volate.

Tra le dieci Professional da segnalare il rientro dopo più di un mese di pausa di Nacer Bouhanni, in una Cofidis, Solutions Crédits che schiera anche Florian Sénéchal. Per la Direct Énergie tanti big come Sylvain Chavanel, Bryan Coquard e Adrien Petit mentre la Fortuneo-Vital Concept si affida all’esperto Pierrick Fédrigo. Nove i corridori italiani: a Danilo Napolitano della Wanty-Groupe Gobert, una costante nelle gare a queste latitudini, si aggiunge tutta la Androni Giocattoli-Sidermec. Schierati agli ordini di Giovanni Ellena uomini adatti a queste gare come Marco Bandiera, Marco Benfatto, Giorgio Cecchinel, Francesco Chicchi, Tiziano Dall’Antonia, Marco Frapporti, Francesco Gavazzi e Mirko Selvaggi.

A questo link la startlist ufficiale by Procyclingstats.com 

Il percorso
Mercoledì 4 – 1a tappa: Dunkerque – Gravelines (191 km), frazione mossa con un breve strappetto che porta all’arrivo
Giovedì 5 – 2a tappa: Aniche – Aniche (188 km), tratti di pavé nella prima parte mentre nel nel finale verrà affrontato tre volte un circuito di 15 km senza grosse insidie
Venerdì 6 – 3a tappa: Béthune – Saint-Pol-sur-Ternoise (174 km), quattro gpm ma altra giornata per velocisti
Sabato 7 – 4a tappa: Audruicq – Cassel (178 km), difficile arrivo al termine di una côte in una giornata dura dal punto di vista altimetrico
Domenica 8 – 5a tappa: Hondschoote – Dunkerque (159 km), consueto circuito finale nei dintorni della città, opportunità da non fallire per gli sprinter

Albo d’oro recente
2006 Roberto Petito (ITA)
2007 Matthieu Ladagnous (FRA)
2008 Stéphane Augé (FRA)
2009 Alberto Rui Costa (POR)
2010 Martin Elmiger (SVI)
2011 Thomas Voeckler (FRA)
2012 Jimmy Engoulvent (FRA)
2013 Arnaud Démare (FRA)
2014 Arnaud Démare (FRA)
2015 Ignatas Konovalovas (LIT)

Come seguire la corsa
La prova avrà copertura diretta su Eurosport: mercoledì e giovedì su Eurosport 1 dalle 15.30, venerdì, sabato e domenica su Eurosport 2 dalle 15.30

Archivio

La vignetta di Pellegrini