Ancora a segno Bryan Coquard (Direct Énergie) alla 4 Jours de Dunkerque 2016 © LaVoixDuNord.fr
Ancora a segno Bryan Coquard (Direct Énergie) alla 4 Jours de Dunkerque 2016 © LaVoixDuNord.fr

Ancora Bryan Coquard alla 4 Giorni di Dunkerque, e sono tre su tre. Battuti Planckaert e Barbier

Non c’è due senza tre… Bryan Coquard si concede la terza affermazione in altrettante tappe nella 4 Jours de Dunkerque, da Béthune a Saint-Pol-sur-Ternoise. Nonostante il tentativo della Cofidis, nei 700 metri finali, di portare alla vittoria il proprio capitano Nacer Bouhanni, lo scatenato 24enne della Direct Énergie non si è lasciato intimorire, rimontando in testa con l’aiuto di un compagno di squadra, si è poi lanciato verso il traguardo e la vittoria, lasciando spazio tra sé e tutti gli altri. Al secondo posto Baptiste Planckaert (Wallonie-Bruxelles) ha sopravanzato Rudy Barbier (Roubaix Lille Métropole) in terza posizione. Maximiliano Richeze (Etixx-Quick Step) si è piazzato subito ai piedi del podio di giornata, in quarta posizione, poi a seguire Olivier Pardini (Wallonie-Bruxelles), in sesta posizione un arrabbiatissimo Bohuanni, che neanche oggi è riuscito a trovare la gamba giusta per vincere, Laurent Pichon (FDJ) settimo, Yannis Yssaad (Armée de Terre) ottavo, Romain Feillu (HP BTP-Auber93) nono e Sébastien Minard (AG2R La Mondiale) decimo.

Coquard continua, meritatamente, a vestire la maglia rosa di leader della classifica generale con 20” di vantaggio su Bouhanni, 22” su Gediminas Bagdonas (AG2R La Mondiale) e su Marco Frapporti (Androni Giocattoli-Sidermec), 24” su Raymond Kreder (Roompot-Oranje Peloton) e Planckaert. Domani sarà una quarta tappa molto impegnativa di 178 km con partenza da Audruicq e arrivo in salita a Cassel.

Archivio

La vignetta di Pellegrini