La vittoria di Eric Marcotte (Team Jamis) al Tour of the Gila © TourOfTheGila.com
La vittoria di Eric Marcotte (Team Jamis) al Tour of the Gila © TourOfTheGila.com

Tour of the Gila, Marco Canola quarto nella tappa vinta da Eric Marcotte. Tra le donne successo per Heather Fischer

Quella di ieri al Tour of the Gila è stata la giornata dedicata ai criterium nel percorso cittadino a Silver City. Tra gli uomini, esibitisi sulla distanza di 69 km, l’ha spuntata Eric Marcotte (Team Jamis) che ha superato l’altro statunitense Travis McCabe (Holowesko Citadel) e il canadese Kris Dahl (Silber Pro Cycling). Al quarto posto ha terminato l’unico italiano in gara, il vicentino Marco Canola (UnitedHealthcare), seguito dall’argentino Lucas Sebastián Haedo (Team Jamis) e dallo statunitense Justin Oien (Axeon Hagens Berman). Tutto immutato in classifica con l’australiano Lachlan Morton (Jelly Belly) che vanta 1’06”, 1’10” e 1’53” sui più immediati inseguitori, i canadesi Alexander Cataford (Silber Pro Cycling), Rob Britton (Rally Cycling) e Matteo Dal Cin (Silber Pro Cycling). Oggi frazione finale, 162 km da Silver City a Pinos Altos: cinque gpm compreso quello che porta sin sull’arrivo.

Nella prova femminile il criterium di 43 km ha premiato la padrona di casa Heather Fischer (Rally Cycling) che ha avuto la meglio sulle neozelandesi Linda Villumsen (UnitedHealthcare) e Emily Collins (Team TIBC), sulla colombiana Diana Peñuela (UnitedHealthcare) e sulle australiane Lauretta Hanson (Colavita-Bianchi) e Nicole Moerig (Podium Ambition). Quando anche per loro manca solamente il traguardo di Pinos Altos (ma sulla distanza di 106 km) Mara Abbott (Amy D. Foundation) ha un solido margine di 2’12” su Kristin Armstrong (TWENTY16) e 2’55” su Brianna Walle (Team TIBCO).

Archivio

La vignetta di Pellegrini