Il gruppo impegnato al Tour of Norway © Tour of Norway
Il gruppo impegnato al Tour of Norway © Tour of Norway

Tour of Norway: Boasson Hagen a caccia del terzo successo. Nippo Vini Fantini unica italiana al via – Preview e Startlist

Sarà al via domani la sesta edizione del Tour of Norway: la corsa principe del crescente movimento scandinavo si presenta in realtà un po’ impoverita nel cast, complice l’assenza della squadra del suo corridore di punta, il Team Katusha di Alexander Kristoff, e neanche la Tinkoff difenderà la vittoria dell’anno scorso, conseguita con Jesper Hansen. Al via dunque 3 team World Tour: la Dimension Data, capitanata ovviamente da Edvald Boasson Hagen, già vincitore di due edizione e secondo l’anno scorso; il Team LottoNL-Jumbo (con Sep Vanmarcke che torna ai nastri di partenza) e la Lotto Soudal. Abbondante invece la presenza di Professional, ben 11, che con le Continental locali e una rappresentativa nazionale norvegese composta da giovani professionisti e dal promettente classe 1997 Thobias Foss, compone un nucleo di 21 squadre da 6 atleti cadauno al via.

Tra queste, la Nippo-Vini Fantini, presente con Daniele Colli, Antonio De Negri, Nicolas Marini, Antonio Nibali, Kuboki e Koishi, a caccia di qualche successo di tappa. Altri italiani al via saranno Cesare Benedetti (Bora-Argon 18), Marco Marcato e Simone Antonini (Wanty Gropue Gobert). Tra i corridori da osservare, due passati vincitori della Milano-Sanremo (Gerald Ciolek per la Stölting Servie Group e Matthew Goss della ONE Pro Cycling), che verranno sfidati nelle volate da Phil Bauhaus (Bora-Argon 18), il Caja Rural-Seguros RGA Pello Bilbao e il Rompoot-Oranje Peloton Pieter Weening. Agguerrita anche la nazionale, che potrà schierare talenti del calibro di Sven Erik Bystrøm, Odd Christian Eiking e Sondre Holst Enger.

A questo link la startlist ufficiale

Il percorso

Mercoledì 18 – 1a tappa: Drammen – Langesund (173,4 km), tappa costiera senza lunghe salite, prevedibile l’arrivo in volata
Giovedì 19 – 2a tappa: Kragerø – Rjukan (211 km), è la tappa “alpina”: salita di 11 km al 7% che termina a 19 km dall’arrivo. Qui si definiranno i contendenti al successo
Venerdì 20 – 3a tappa: Rjukan – Gelio (168 km), si viaggia sugli altipiani dell’interno: il muro finale di 2,3 km all’8% produrrà distacchi
Sabato 21 – 4a tappa: Fla – Eggenmolen (174 km), tappa resa interessante da un circuito finale da ripetere 4 volte con uno stappo di 1,3 km al 5% a ridosso del traguardo
Domenica 22 – 5a tappa: Drøbak – Sarpsborg (163 km), si torna sul mare e anche stavolta ci sarà un circuito finale con insidie, ma la tappa può concludersi allo sprint

Edizioni precedenti

2011 – Wilco Kelderman (OLA)
2012 – Edvald Boasson Hagen (NOR)
2013 – Edvald Boasson Hagen (NOR)
2014 – Maciej Paterski (POL)
2015 – Jesper Hansen (DAN)

Come seguire la corsa

La corsa verrà trasmessa in diretta dalla tv norvegese Tv2; saranno comunque disponibili streaming su internet e la visione dal canale online a pagamento Cycling.tv. Questi gli orari:

1a tappa: 16.30-18.30
2a tappa: 15.00-18.30
3a tappa: 16.30-18.30
4a tappa: 16.30-18.30
5a tappa: 13.00-16.00

Archivio

La vignetta di Pellegrini