Mads Pedersen può gioire per il primo successo da professionista © Tim de Waele
Mads Pedersen può gioire per il primo successo da professionista © Tim de Waele

Primo successo da professionista per il promettente Mads Pedersen grazie a una fuga al Tour of Norway. Weening controlla e mantiene la leadership

Il ventiduenne Mads Pedersen, in forza alla Stölting Service Group, consegue la terza tappa del Tour of Norway, da Rjukan a Gelio. Pedersen, in fuga al mattino con lo spagnolo Lluís Mas (Caja Rural-Seguros RGA) e l’austriaco Lukas Pöstlberger (Bora-Argon 18), è riuscito a prevalere su Mas, che aveva giocato d’anticipo nel temibile muro finale di Gelio, staccandolo di 4″, oltre che a resistere alla rimonta del gruppo. Al terzo posto si è classificato Sondre Holst Enger, in gara con la maglia della nazionale, a 35″, seguito a 36″ da Pieter Weening (Rompoot-Oranje Peloton) che ha agevolmente controllato la leadership in una tappa non facile.

Per Pedersen, che quest’anno aveva vinto la Gent-Wevelgem under 23 valida per la Coppa delle Nazioni, si tratta del primo successo da professionista, così come della prima vittoria stagionale per la Stölting. Weening dal canto suo conserva agevolmente la leadership con 45″ di vantaggio su Holst Enger, mentre Edvald Boasson Hagen (Dimension Data), passa al 3° posto a 53″ superando Odd Christian Eiking grazie agli abbuoni conseguiti nei traguardi volanti.

Archivio

La vignetta di Pellegrini