Daniel McLay può esultare anche al GP de la Somme © Bruno Bade
Daniel McLay può esultare anche al GP de la Somme © Bruno Bade

Al Grand Prix de la Somme lo sprint premia Daniel McLay: battuti Nacer Bouhanni e Yannis Yssaad

Vittoria di Daniel McLay al Grand Prix de la Somme, corsa di categoria 1.1 di 195 km da Dury ad Albert. Il ventiquattrenne britannico della Fortuneo-Vital Concept ha preceduto nella volata finale il più blasonato Nacer Bouhanni (Cofidis, Solutions Crédits), che deve accontentarsi della seconda posizione, mentre il terzo gradino del podio è occupato da Yannis Yssaad (Armée de Terre).

Durante la corsa numerose cadute, dovute alla pioggia battente che ha caratterizzato la prima parte del percorso, hanno frazionato il gruppo ma nessuna fuga è riuscita a evadere dal plotone fino al km 80 quando Guillaume Thévenot (Direct Énergie), Cédric Pineau (FDJ) e Flavien Dassonville (HP BTP-Auber 93), raggiunti poco dopo da Maxime Daniel (AG2R La Mondiale), Kévin Lebreton (Armée de Terre), Jérémy Leveau (Roubaix Lille Métropole) e Grégory Habeaux (Wallonie Bruxelles), sono riusciti a guadagnare un buon margine e hanno raggiunto un vantaggio massimo di 2’30” al km 110. Ma il gran lavoro della Cofidis, incaricatasi da sola di riprendere i fuggitivi, ha fermato la loro avventura quando mancavano 10 km al traguardo. Il team francese ha poi guidato il gruppo verso la volata finale che, però, è stata vinta da McLay, davanti a Bouhanni e Yssaad.

In quarta posizione si è piazzato il belga Baptiste Planckaert (Wallonie Bruxelles), in quinta il francese Rudy Barbier (Roubaix Lille Métropole), in sesta il lituano Gediminas Bagdonas (AG2R La Mondiale), in settima il belga Kenny Dehaes (Wanty-Groupe Gobert), in ottava il tedesco Christopher Hatz (Team Kuota-Lotto), in nona il francese David Menut (HP BTP-Auber 93) e in decima il francese Samuel Dumoulin (AG2R La Mondiale) che chiude la top ten.

Archivio

La vignetta di Pellegrini