Steven Kruijswijk dopo la caduta © Twitter
Steven Kruijswijk dopo la caduta © Twitter

Brutte cadute in discesa per Kruijswijk e Zakarin

Il Giro scende dal Colle dell’Agnello e le cadute fanno purtroppo notizia

Giusto nella prima curva della discesa del Colle dell’Agnello è avvenuto un colpo di scena: Steven Kruijswijk ha sbagliato traiettoria ed è violentemente finito addosso ai cumuli di neve a bordostrada compiendo un pericoloso volo, che gli ha provocato qualche escoriazione.

L’olandese del Team LottoNl-Jumbo è ripartito ma ha ancora problemi al mezzo meccanico, in attesa della propria ammiraglia attardata dai tanti gruppetti che gli ha dato assistenza dopo diversi minuti. Esteban Chaves e Vincenzo Nibali continuano a pedalare di comune accordo ed hanno il supporto di Rubén Plaza, gregario del colombiano; l’olandese è stato ripreso e staccato da un gruppetto con lejandro Valverde, Bob Jungels e Rafal Majka.

Altra caduta terribile più tardi per Ilnur Zakarin, finito fuori strada e ancora a terra con i soccorsi dei medici di gara prontamente giunti. Per il russo “fortunatamente” si parla solo di frattura della clavicola e Giro finito per lui.

Archivio

La vignetta di Pellegrini