Amund Grøndahl può esultare al Tour de Gironde © Tour de Gironde
Amund Grøndahl può esultare al Tour de Gironde © Tour de Gironde

Che impresa di Amund Grøndahl! Al Tour de Gironde 200 km di fuga vincente

La seconda frazione del Tour de Gironde disputata tra Carbon Blanc e Cenon di 210 km ha visto partire una fuga dopo una manciata di km: protagonisti il colombiano Sebastián Molano (Manzana-Postobón) e il norvegese Amund Grøndahl (Team Joker). Dopo circa 50 km il sudamericano perde le ruote del collega che prosegue solitario guadagnando terreno sul gruppo, giungendo ad avere anche 7′ dopo metà corsa.

Le altre squadre hanno fatto male i conti e il recupero inizia troppo tardi: può giungere da solo il ventiduenne scandinavo, al secondo successo stagionale dopo la generale dello ZLM Tour. Alle sue spalle, distanziato di 44″, hanno concluso il tedesco Marcel Meisen (Team Kuota-Lotto) e Mathias Le Turnier (Océane Top 16); a 46″ hanno chiuso il norvegese Krister Hagen (Team Coop-Øster Hus) e l’olandese Jeroen Meijers (Rabobank Development), a 50″ i francesi Kévin Le Cunff (CM Auber 93), Luc Tellier (VC Pays de Loudéac) e lo spagnolo Pablo Torres (Burgos BH), a 52″ il colombiano Sergio Higuita (Manzana-Postobón) e a 53″ il tedesco Theo Reinhardt (Nazionale tedesca).

Amund Grøndahl è anche il nuovo leader sostituendo il compagno di squadra Truls Korsaeth e ora vanta 56″ di margine su Le Turnier, 1′ su Hagen e 1’02” su Meijers. Domani ultima tappa da Captieux a Villenave d’Ornon di 165 km con diverse côte nel finale.

Archivio

La vignetta di Pellegrini