La gioia di Damiano Cima dopo il successo nella Pistoia-Fiorano © Gianfranco Soncini
La gioia di Damiano Cima dopo il successo nella Pistoia-Fiorano © Gianfranco Soncini

Al Trofeo De Gasperi assolo di Filippo Rocchetti; a Fiorano sprint vincente per Damiano Cima

Il sessantaduesimo Trofeo Alcide De Gasperi è stata l’occasione buona per assistere al primo successo stagionale di Filippo Rocchetti: il marchigiano della Zalf Euromobil Désirée Fior ha staccato tutti nei 162 km della gara trentina, rifilando 25″ ai più immediati inseguitori che rispondono ai nomi di Fausto Masnada (Team Colpack), Andrea Marchi (Palazzago Amaru) e Stefano Nardelli (Norda-MG.K Vis). Più distanti tutti gli altri a partire da Francesco Rosa (Zalf Euromobil Désirée Fior) a 1’13”, Giacomo Garavaglia (Named) a 1’39”, Andrea Toniatti (Team Colpack) a 1’45”, Seid Lizde (Team Colpack) a 1’49”, Davide Gabburo (Zalf Euromobil Désirée Fior) a 1’55” e Simone Consonni (Team Colpack) a 1’55”.

Si è corso anche fra Toscana e Emilia Romagna con la Pistoia-Fiorano Modenese, prova giunta alla diciannovesima edizione. Lo sprint ha premiato Damiano Cima (Viris Maserati), al secondo successo stagionale dopo il Gp del Marmo di metà maggio, ha superato Marco Maronese (Zalf Euromobil Désirée Fior) Nikolai Shumov (General Store Bottoli). Nei 10 hanno terminato Niko Colonna (Palazzago Amaru), Michael Bresciani (Zalf Euromobil Désirée Fior), Alessio Brugna (Palazzago Amaru), Tommaso Fiaschi (Mastromarco),  Cristian Scaroni (General Store Bottoli), Federico Burchio (GM Europa Ovini) e Lorenzo Friscia (Altopack).

Archivio

La vignetta di Pellegrini