La 15esima edizione della Wysam 333 fa capolino: appuntamento per il 25 giugno

La Wysam 333 vivrà la sua 15esima edizione sabato 25 giugno prossimo. Le iscrizioni sono aperte dal 1° gennaio sul sito della gara, www.wysam333.ch. Certo il meteo invernale di questi ultimi giorni incita di più a calzare gli sci piuttosto che a inforcare la propria bicicletta.
Pertanto questa prova di resistenza, che figura tra le 50 più belle ciclosportive del mondo, secondo la rivista «Le Cycle», richiede una buona preparazione. Perlomeno, se si desidera giungere con serenità al limite delle sfide di 333, 222 e 111 km del percorso. Una distanza che si sceglie in funzione del proprio potenziale e della propria condizione fisica.

Una preparazione su misura
Non tutti sono in grado di seguire l’esempio di Danilo Wyss, andato fino in Australia, dove ha preparato la sua stagione 2016 e ha partecipato al Tour Down Under con il BMC Racing Team. Dalla terra dei canguri, il campione nazionale svizzero su strada in carica, padrino della Wysam 333, non ha esitato a dare un aiuto per promuovere la prova fondata da suo padre nel 1999. In compenso, per permettere a coloro che desiderano arrivare al top della loro forma il 25 giugno, il comitato della Wysam ha organizzato tre sedute di allenamento domenica 3 e domenica 24 aprile sui 111 km e domenica 22 maggio sui 222 km. «Per il terzo anno consecutivo, le tre sfide seguiranno lo stesso percorso» rivela Lionel Favre, presidente del comitato organizzatore. «Ciò permette ai nostri fedeli partecipanti di avere i loro punti di ristoro. Cosa che apprezzano particolarmente. Il nostro obiettivo è di migliorare il loro confort lungo tutto il percorso». La prova, la cui partenza avrà luogo in Place du Marché a Orbe, ha due nuovi sponsor, Voénergies e Reep Performance. Quest’ultima società è specializzata nello studio della postura che ha come obiettivo il miglioramento della posizione del corridore sulla bicicletta al fine di migliorare il rendimento della pedalata e la comodità del ciclista.

E-Wysam
Per gli amici della “petit reine” (la bicicletta!) che ritengono che la sfida dei 333 km richieda troppi sforzi con una bici da corsa, è possibile effettuare il percorso con una bicicletta elettrica. «Completare la Wysam procura un’enorme soddisfazione, ma senza la bicicletta elettrica non ci sarei mai riuscito» ha testimoniato Marc-Antoine Chavaillaz, responsabile dell’E-Wysam. «Dalla nostra prima partecipazione con Jean-Luc Nicoud, l’evoluzione di questi mezzi è stata molto rapida. L’autonomia delle batterie ha guadagnato in durata, tanto che la velocità media è passata da 35 a 42 km/h» ha precisato lo specialista. Per le persone interessate, il comitato della Wysam ha studiato la possibilità di noleggiare le biciclette elettriche.

Contatti
Presidente: Lionel Favre – 079/547.84.86 – info@wysam33.ch
Sito internet: www.wysam333.ch

Tags

Archivio

La vignetta di Pellegrini