Dylan Groenewegen esulta dopo il successo © Twitter
Dylan Groenewegen esulta dopo il successo © Twitter

Tutto facile per Dylan Groenewegen alla Heistse Pijl

È un appuntamento dalla lunga tradizione ma quella disputata oggi rappresenta il debutto della Heistse Pijl fra le corse del calendario UCI. Nei 195 km della gara belga disputata fra Turnhout e Heist-op-den-Berg è servito lo sprint per determinare il vincitore.

Questo nonostante ai meno 40 km dalla conclusione si fosse avvantaggiato un gruppetto di sedici elementi, tra i quali nomi pericolosi come quelli di Tiesj Benoot (Lotto Soudal), Fernando Gaviria (Etixx-Quick Step) e Sep Vanmarcke (Team LottoNl-Jumbo). Dopo un’iniziale fase di collaborazione questo plotone è stato riassorbito attorno ai meno 10 km. Nell’ultimo tratto si sono susseguiti scatti e controscatti ma l’arrivo in volata si è reso inevitabile.

A imboccare in testa l’ultimo km è stato il Team LottoNl-Jumbo che presentava come leader Dylan Groenewegen: e il giovane olandese non ha deluso le attese, conducendo lo sprint in maniera perfetta e senza dar modo ai rivali di provare il sorpasso. Il ventiduenne esulta e coglie il suo quarto successo stagionale che rappresentano l’80% delle affermazioni del team (l’intruso è Primoz Roglic, vincitore al Giro nella crono del Chianti).

Alle sue spalle è giunto il connazionale Wouter Wippert (Cannondale), seguito poi dal lituano Aidis Kruopis (Verandas Willems), dai belgi Kenny Dehaes (Wanty-Groupe Gobert) e Sean De Bie (Lotto Soudal), dal danese Matti Breschel (Cannondale), dal polacco Maciej Paterski (CCC Sprandi Polkowice), dai belgi Dries De Bondt (Verandas Willems), Tiesj Benoot (Lotto Soudal) e Bert Van Lerberghe (Topsport Vlaanderen-Baloise).

Archivio

La vignetta di Pellegrini