L'improvvisato podio della Hets Hatsafon © Cycling Academy Team
L'improvvisato podio della Hets Hatsafon © Cycling Academy Team

Sabato si è corso anche in Israele: a Guy Gabay la Hets Hatsafon-Northern Arrow

Si è rivelata poco più di un campionato sociale la prima edizione dell’Hets Hatsafon-Northern Arrow, corsa disputatasi sabato in Israele (con una temperatura di oltre 35°) nei pressi di Bar’am nella regione della Galilea. Ai primi cinque posti si sono piazzati portacolori dell’unica formazione competitiva, ossia il Cycling Academy Team, di cui i primi quattro sono arrivati in parata.

A varcare per primo la linea d’arrivo è stato l’israeliano Guy Gabay seguito dal polacco Emanuel Piaskowy, dallo sloveno Marko Pavlic e dal polacco Wojciech Migdal. Quinto, ma a 4’53”, l’israeliano Zohar Hadari; il primo corridore non facente parte del team diretto da Nicki Sørensen è l’ucraino Kostyantyn Rybaruk (Dynamo Palmira Weltour), che paga 5’38”. Decisamente più distanti gli altri, con il cipriota Andreas Miltiadis (Nazionale cipriota) a 12’28”, l’israeliano Guy Leshem (IGP) a 13’34”, il cipriota Armando Archimandrites (Nazionale cipriota) a 14’25” e l’israeliano Regev Peretz (Team 500 Watt) a 14’57”.

Archivio

La vignetta di Pellegrini