Bryan Coquard festeggia la dodicesima vittoria dell'anno © Twitter
Bryan Coquard festeggia la dodicesima vittoria dell'anno © Twitter

Route du Sud, Bryan Coquard apre con una vittoria. Belletti decimo, Quintana in fuga

La quarantesima edizione della Route du Sud si è aperta con la Saint Pons de Thomières-Bessières di 196 km. A caratterizzare la giornata la consueta fuga della prima ora; prima di sei elementi, in seguito sono rimasti in due. Ma se il nome del francese Quentin Jaurégui (AG2R La Mondiale) è prevedibile, decisamente meno è quello di Nairo Quintana. Il colombiano del Movistar Team è al rientro dopo i lunghi allenamenti in patria in vista del Tour ed ha deciso di testare subito la gamba, favorito anche dalla prima parte di tappa assai montagnosa.

Il margine massimo della coppia di testa è stato di ben 11’45” ed è stato raggiunto al km 60 ma il gruppo, tirato dalle formazioni dei velocisti, li ha raggiunti ai meno 45 km dalla fine; in seguito ci ha provato lo spagnolo Aritz Bagües (Euskadi Basque Country-Murias), che è riuscito a restare davanti sino ai meno 15 km.

Da qui inizia il gioco delle squadre degli sprinter per aggiudicarsi i migliori posti nel finale; lo sprint giunge senza alcuna sorpresa e vede la netta vittoria di Bryan Coquard. Il francesino della Direct Énergie, al dodicesimo successo stagionale, ha superato il connazionale Arnaud Démare (FDJ) e lo spagnolo José Joaquín Rojas (Movistar Team).

Nel resto della top 10 hanno concluso il francese Yannick Martinez (Delko Marseille Provence KTM), il britannico Daniel McLay (Fortuneo-Vital Concept), i francesi Maxime Daniel (AG2R La Mondiale), Stéphane Poulhiès (Armée de Terre), Mickaël Delage (FDJ), Romain Hardy (Cofidis, Solutions Crédits) e l’azzurro Manuel Belletti (Wilier Triestina-Southeast), decimo.

In classifica Coquard comanda con 4″ su Démare e 5″ su Quintana, che grazie agli abbuoni ha già messo in cascina del terreno importante. Domani spazio a due semitappe: al mattino la prova in linea da Saint-Pierre-de-Trivisy ad Albi di 92 km mentre nel pomeriggio una cronometro di 13.4 sempre ad Albi.

Archivio

La vignetta di Pellegrini