Rein Taaramäe baciato dalle miss sul podio sloveno © Tour de Slovénie
Rein Taaramäe baciato dalle miss sul podio sloveno © Tour de Slovénie

Tour de Slovénie, Rein Taaramäe si impone a Golte. Antonio Santoro settimo

Rein Taaramäe ci ha preso gusto: dopo aver vinto la tappa di Sant’Anna di Vinadio al Giro d’Italia l’estone del Team Katusha si è imposto oggi nella seconda frazione del Tour de Slovénie corsa tra Nova Gorica e Golte sulla distanza di 217 km, in un tracciato ricco di salite.

Il ventinovenne baltico ha staccato tutti, rifilando 36″ all’australiano Jack Haig (Orica GreenEDGE), 50″ al talentuoso colombiano Egan Bernal (Androni Giocattoli-Sidermec), 58″ al russo Pavel Kochetkov (Team Katusha), 1’01” sllo sloveno Jure Golcer (Adria Mobil), 1’03” allo sloveno Janez Brajkovic (Nazionale slovena), 1’08” all’azzurro Antonio Santoro (Meridiana Kamen Team) buon settimo, 1’14” al belga Floris De Tier (Topsport Vlaanderen-Baloise), 1’18” al colombiano Rodolfo Torres (Androni Giocattoli-Sidermec) e 1’20” al portoghese José Mendes (Bora-Argon 18).

In classifica Taaramäe guida con 36″ su Haig e 50″ su Bernal. Domani appuntamento con la cronoscalata di 16.8 km tra Celje e Celjska Koca, con la seconda metà dell’esercizio in una salita dal 6.4% di pendenza media.

Archivio

La vignetta di Pellegrini