Il podio finale del Tour de l'Ain © Freddy Guérin - Directvélo
Il podio finale del Tour de l'Ain © Freddy Guérin - Directvélo

Tour de l’Ain, ultima tappa a Geniez. Generale al giovane Oomen

Vittoria di Alexandre Geniez nella quarta e ultima tappa del Tour de l’Ain. Il ciclista francese della FDJ, nella volata a ranghi ristretti sul traguardo di Belley, ha sopravanzato Bart De Clercq (Lotto Soudal) e Pierre Latour (AG2R La Mondiale).

Dopo la partenza da Lagnieu, i numerosi tentativi di fuga, soprattutto nelle prime ascese di giornata, sono stati controllati e riassorbiti dal gruppo maglia gialla. Intorno al km 75, tra scatti e controscatti, in testa alla corsa si è formato un gruppetto di sei corridori: Jérémy Maison (FDJ), Louis Vervaeke (Lotto Soudal), Clément Chevrier (IAM Cycling), Bob Jungels (Etixx-Quick Step), Victor Campenaerts (Team LottoNl-Jumbo) e Delio Fernandez (Delko Marseille), con un vantaggio di 1’10” sul gruppo.

Nell’ascesa al Grand Colombier, il gruppo dei fuggitivi si è frammentato mentre dietro rinveniva il gruppo maglia gialla ridotto a nove unità. In cima alla difficile salita (km 107) sono transitati per primi David Gaudu (Selezione francese), Bart De Clercq (Lotto Soudal) e Pierre Latour (AG2R La Mondiale) con un vantaggio di 25” sul gruppetto di cui faceva parte la maglia gialla Sam Oomen (Team Giant-Alpecin). Approfittando della discesa alcuni ciclisti tra cui Geniez e Hardy sono riusciti a rientrare nel gruppo. I tre fuggitivi sono stati ripresi quando mancavano 17 km al traguardo.

Nonostante alcuni tentativi di evasione, si è giunti così alla volata finale ristretta, vinta appunto da Géniez davanti ad Hardy e De Clercq. Il portacolori della Cofidis, Solutions Crédits è stato però declassato per volata irregolare. Al terzo posto è giunto Pierre Latour (AG2R La Mondiale), al quarto Marcel Wyss (IAM Cycling) che nei km finali aveva tentato l’azione solitaria, al quinto Guillaume Martin (Wanty-Groupe Gobert), al sesto la maglia gialla Sam Oomen (Team Giant-Alpecin) bravo a resistere a tutti gli attacchi di giornata, all’ottavo Kilian Frankiny (Selezione svizzera), al nono David Gaudu (Selezione francese) e al decimo il declassato Romain Hardy (Cofidis, Solutions Crédits)

L’olandese Oomen difende la sua maglia gialla e ottiene così la vittoria finale del Tour de l’Ain 2016 davanti a De Clercq che guadagna il secondo gradino del podio ai danni di Latour, terzo, entrambi a 1″ dal vincitore. A 11″ Martin e Gaudu, a 33″ Geniez, a 45″ Frankiny, a 50″ Wyss, a 52″ Maxime Monfort (Lotto Soudal) e Antonio Pedrero (Movistar Team).

Archivio

La vignetta di Pellegrini