Emilia Fahlin © Women's Tour
Emilia Fahlin © Women's Tour

A Vårgårda esultano Emilia Fahlin e la Alé Cipollini, 5a Confalonieri

Giornata magica per la svedese Emilia Fahlin che oggi in casa si è aggiudicata la prova Women’s World Tour di Vårgårda interrompendo un digiuno di vittorie che durava dal Campionato Nazionale su Strada del 2013. La 27enne della Alé Cipollini è stata una delle più attive per tutta la gara ed alla fine è riuscita ad imporsi in una volata ristretta riuscendo addirittura a precedere di potenza una velocista come la finlandese Lotta Lepistö.

La corsa si è decisa nel quarto ed ultimo settore di sterrato quando dal gruppo s’è sganciata una fuga di nove atlete con tutte le squadre più forti rappresentate in testa. Le battistrada erano Emilia Fahlin (Alé), Lotta Lepistö (Cervélo), Chantal Blaak (Boels), Amy Pieters (Wiggle), Julia Soek (Liv Plantur), Shara Gillow (RaboLiv), Hannah Barnes (Canyon), Amanda Spratt (Orica) e la nostra Maria Giulia Confalonieri (Lensworld): il vantaggio sul gruppo ha superato velocemente il minuto ed un volta entrate nel circuito corto finale le fuggitive sono state brave a continuare a pedalare con un buon accordo difendendosi dalle accelerazioni delle inseguitrici.

Nonostante qualche attacco negli ultimi chilometri, il gruppo di testa è rimasto compatto e si è giocato la vittoria con una volata ristretta e lanciata lunghissima dall’olandese Amy Pieters che si è vista superata da Fahlin, Lepistö e anche da Chantal Blaak per il terzo gradino del podio. Ottimo il quinto posto finale di Maria Giulia Confalonieri che continua a girare attorno ad un grande risultato che prima o poi però arriverà.

Archivio

La vignetta di Pellegrini