Matthew Goss si ritira © ONE Pro Cycling
Matthew Goss si ritira © ONE Pro Cycling

A fine anno si ritira Matthew Goss, vincitore della Milano-Sanremo 2011

Ad un certo momento era il principale rivale di Mark Cavendish per le volate dei grandi giri. Da lì, però, un netto e rapido declino che lo ha portato a correre senza raccogliere risultati neppure nelle prove meno prestigiose. E per uno che ha vinto, fra le altre cose, la Milano-Sanremo 2011 è deludente; per questo Matthew Harley Goss ha annunciato oggi la conclusione della propria attività agonistica al termine del 2016.

Il ventinovenne corridore australiano aveva debuttato nel Pro Tour nel 2007 con la CSC dopo una buona carriera giovanile su pista, dimostrando subito buoni numeri vincendo una frazione al Tour of Britain. Anche con la maglia della HTC-Columbia le vittorie sono diventate più numerose, e fra esse la tappa di Cava de’ Tirreni al Giro d’Italia 2010.

Come detto l’apice è stata la Classicissima 2011 dove ha preceduto allo sprint Cancellara, Gilbert, Ballan e Pozzato diventando il primo australiano a trionfare a Sanremo. Da quel momento la sua parabola ha preso una traiettoria discendente pur con un successo al Giro d’Italia 2012 a Horsens e uno alla Tirreno-Adriatico 2013 a Indicatore, sua ultima gioia.

Dopo un 2015 deludente con la MTN Qhubeka, Goss ha trascorso il 2016 con la ONE Pro Cycling dove non ha saputo tornare in auge. Il neoritirato ha dichiarato: «Sono felice di quello che ho fatto. Non ho la stessa cattiveria agonistica di qualche anno fa e in questo sport è un fattore decisivo. Anche se sono ancora abbastanza giovane è tempo di voltare pagina e di portare con me le gioie che il ciclismo mi ha regalato».

 

Archivio

La vignetta di Pellegrini