Wout Poels esulta... guardando l'SRM! © Team Sky
Wout Poels esulta... guardando l'SRM! © Team Sky

Crolla Vermote in Britain, vince Poels mentre Cummings gongola. E Jacopo Mosca…

Arrivo in salita importante, se non decisivo, al Tour of Britain. Ad Haytor, nell’East Devon, si impone Wout Poels (Team Sky) al termine di un muro di 3 km: l’alfiere di Chris Froome al Tour de France ha battuto la resistenza dei rivali più quotati, con Rohan Dennis (BMC Racing Team) a 7″ e Tom Dumoulin (Team Giant-Alpecin) a 8″.

Crolla il leader Julian Vermote, ventiquattresimo al traguardo a 1’52”, e dice addio ai sogni di successo; gongola invece Stephen Cummings, ottavo a 21″ e quindi nuovo leader della classifica grazie al vantaggio accumulato nella seconda tappa.

Ultimo importante scoglio, per Cummings (Dimension Data), sarà la crono di domattina nella prima semitappa a Bristol; 15 km nei quali dovrà cercare di non farsi avvicinare dai più prossimi rivali, che ahilui sono due grandi specialisti: Tom Dumoulin è a 49″ e Rohan Dennis a 51″. Ma il britannico non è fermo sul passo e saprà vendere cara la pelle. Jacopo Mosca resta il miglior italiano in classifica: lo stagista della Trek si piazza undicesimo a 31″ e mantiene un lodevole nono posto nella generale; comunque vada, per lui sarà un successo.

Archivio

La vignetta di Pellegrini