Jan Willem Van Schip premiato sul podio © Olympia's Tour
Jan Willem Van Schip premiato sul podio © Olympia's Tour

Olympia’s Tour, seconda tappa a Van Schip. Sivakov nuovo leader

Potrebbe rivelarsi la frazione decisiva della corsa quella disputatasi oggi all’Olympia’s Tour. La seconda tappa della prova olandese, lunga 141.3 con partenza e arrivo ad Assen, ha visto partire una fuga di venticinque elementi attorno al km 25; in undici di costoro sono poi rimasti in avanscoperta in una giornata caratterizzata anche da settori in pavé.

A vincere è stato l’olandese Jan Willem Van Schip (Cyclingteam Join’s-De Rijke) che ha preceduto di 2″ il russo Pavel Sivakov (BMC Development Team), che con lui aveva attaccato ai meno 3 km dal traguardo. I rimanenti fuggitivi sono arrivati a 20″ dal ventiduenne vincitore; nell’ordine si sono classificati gli olandesi Arvid De Kleijn (Cyclingteam Jo Piels) e Cees Bol (Rabobank Development Team), il belga Edward Planckaert (Lotto Soudal Under 23), gli olandesi Tim Ariesen (SEG Racing Academy) e Jim Lindenburg (Metec TKH Continental), lo svizzero Lukas Spengler (BMC Development Team), il polacco Przemyslaw Kasperkiewicz (Klein Constantia) e l’olandese Hartthijs De Vries (Rabobank Development Team).

La prima parte del gruppo, compreso il capoclassifica Colin Joyce, è giunta a 2’48”; la nuova maglia gialla è dunque Sivakov che guida con 16″ su Bol e De Vries, 18″ su Kasperkiewicz e 32″ su De Kleijn. Domani doppio appuntamento: prima una cronometro di 15.3 km da ‘s-Heerenberg a Emmerich, poi nel pomeriggio una frazione in linea di 131.5 km da Ulft a Gendringen.

Archivio

La vignetta di Pellegrini