La Rabobank sul podio all'Olympia's Tour © Olympia's Tour
La Rabobank sul podio all'Olympia's Tour © Olympia's Tour

La Rabobank chiude nel migliore dei modi: tappa e generale all’Olympia’s Tour

In quello che è stato l’ultimo giorno di una gloriosa e ultraventennale storia, la Rabobank fa man bassa all’Olympia’s Tour: la formazione olandese, che chiude i battenti per assenza di sponsor, ha vinto l’ultima frazione nella corsa di casa con Martijn Budding. Il ventunenne ha fatto sua la Margraten-Noorbeek superando Piet Allegaert (Nazionale belga) e l’altro belga Stan Dewulf (Lotto Soudal Under 23).

Quarto a 2″ Amund Grøndahl (Nazionale norvegese), quinto a 4″ Lucas Hamilton (Nazionale australiana), sesto a 12″ Geoffrey Curran (Nazionale statunitense), settimo a 20″ l’olandese Pascal Eenkhoorn (BMC Development Team), ottavo Mads Pedersen (Nazionale danese) e nono Colin Joyce (Nazionale statunitense) entrambi a 32″ e decimo a 35″ lo spagnolo Iván García Cortina (Klein Constantia).

Non ci sono stati cambiamenti in classifica per cui il successo finale è andato a Cees Bol: l’olandese della Rabobank ha preceduto di 2″ il russo Pavel Sivakov (BMC Development Team) e di 14″ il compagno di squadra e connazionale Harrthijs De Vries. Completano la top 10 l’olandese Jan Willem Van Schip (Cyclingteam Join’s-De Rijke) a 23″, il polacco Przemyslaw Kasperkiewicz (Klein Constantia) a 34″, il belga Edward Planckaert (Lotto Soudal Under 23) a 1’04”, l’olandese Adriaan Janssen (Cyclingteam Jo Piels) a 1’21”, Dewulf a 1’31”, Curran a 1’48” e l’olandese Jim Lindenburg (Metec-TKH) a 1’49”.

Archivio

La vignetta di Pellegrini