Harouna Ilboudo intervistato dalla tv locale © Twitter
Harouna Ilboudo intervistato dalla tv locale © Twitter

Tour du Faso, Ilboudo porta a casa il titolo per 1″ tra due ali di folla

La Korsimoro-Ouagadougou di 110.7 ha rappresentato la decima ed ultima frazione del Tour du Faso: tre elementi hanno saputo avvantaggiarsi e si sono giocati il successo. A prevalere è stato l’algerino Azzedine Lagab che ha preceduto l’ivoriano Karamoko Bamba e l’olandese Florian Smits.

La top 10 vede a 24″ l’altro olandese Martijn Knol mentre a 25″ gli eritrei Meron Abraham e Zemenfes Solomon, il tedesco Benjamin Stauder, l’ivoriano Bassirou Konté, l’olandese Arjan Hofman e l’algerino Nassim Saidi.

Per la gioia dei tantissimi tifosi locali la classifica generale è stata vinta da Harouna Ilboudo: il ventinovenne porta il Burkina Faso sul gradino più alto dopo il 2013 quando fu Abdoul Aziz Nikiéma a trionfare. La lotta di Ilboudo con il francese Vincent Graczyk è stata avvincente, tanto che lo ha sopravanzato di un solo secondo.

Terzo gradino del podio a 54″ per l’eritreo Zemenfes Solomon, diciannovenne rivelazione con quattro tappe conquistate. Tra i migliori dieci si sono poi classificati il burkinese Saidou Bamogo a 1’26”, l’eritreo Yonatan Haile a 1’41”, l’ivoriano Issiaka Fofana a 1’43”, il francese Médéric Clain a 1’46”, gli algerini Nassim Saidi a 1’48” e Khaled Abdenbi a 1’53” e il congolese Kyaviro Muhindo.

Questi i festeggiamenti dopo l’arrivo, con Ilboudo letteralmente portato in trionfo dalla folla.

Archivio

La vignetta di Pellegrini