Leonardo Duque e Yonder Godoy all'attacco © Twitter
Leonardo Duque e Yonder Godoy all'attacco © Twitter

Finale da sogno per Duque: al Taihu Lake vince tappa e generale

Chiudere la carriera con un successo (che in questo caso è addirittura doppio): è quello che spera, ad esempio, Tom Boonen per la prossima Paris-Roubaix. Ed è quello che è riuscito a fare Leonardo Duque: il corridore di natali colombiani ma di passaporto francese ha vinto tappa e maglia al Tour of Taihu Lake, corsa che rappresenta il suo addio al mondo del ciclismo.

Il trentaseienne si è imposto nella Jurong Chishanhu Lake-Maoshan di 130.6 km superando l’olandese Peter Schulting (Parkhotel Valkenburg) e il venezuelano Yonder Godoy (Wilier Triestina-Southeast). A 2″ è giunto il colombiano Mauricio Ortega (RTS-Monton Racing), a 6″ il cinese Meiyin Wang (Wisdom-Hengxiang), l’uzbeko Muradjan Halmuratov (Beijing XDS-Inova), l’olandese Sven Van Luijk (Parkhotel Valkenburg), l’azzurro Giuseppe Fonzi (Wilier Triestina-Southeast) e l’ucraino Olekseiy Kasyanov (Jilun Shakeland). Chiude la top 10 a 11″ l’estone Peeter Pruus (Rietumu-Delfin).

Grazie alla giornata no del leader uscente Cameron Bayly (Attaque Team Gusto), arrivato a quasi 2′ e sceso al 18° posto della classifica, la generale va proprio a Duque: per l’alfiere della Delko Marseille Provence KTM la vittoria giunge grazie a 8″ di vantaggio su Godoy e 13″ su Schulting. Quarta posizione a 15″ per Fonzi, quindi a seguire il prossimo atleta del Bahrain-Merida Wang a 24″, Ortega a 31″, il kazako Ilya Davidenok (RTS-Monton Racing) a 34″, Kasyanov a 40″, il rumeno Eduard Michael Grosu (Nippo-Vini Fantini) a 50″ e il francese Lucas De Rossi (Delko Marseille Provence KTM) a 1’05”.

Archivio

La vignetta di Pellegrini