Il paesaggio della Corsica © ASO
Il paesaggio della Corsica © ASO

Il Critérium International chiude i battenti dopo 85 edizioni

Il calendario 2017 non vedrà la presenza di una corsa storica: con 85 edizioni alle spalle termina la propria esistenza il Critérium International. Nato come Critérium National nel 1932 e poi ribattezzato con l’attuale denominazione nel 1981, è stato uno dei pochi eventi a venire disputato ininterrottamente anche durante il secondo conflitto mondiale.

Nel palmares tantissimi nomi illustri come André Leducq, Roger Lapébie, Louison Bobet, André Darrigade, Jacques Anquetil, Raymond Poulidor (plurivincitore a quota 5 con Émile Idée e Jens Voigt), Bernard Thévenet, Bernard Hinault, Joop Zoetemelk, Sean Kelly, Stephen Roche, Miguel Indurain, Laurent Fignon, Laurent Jalabert, Abraham Olano, Cadel Evans, Christopher Froome e, nel 2016, Thibaut Pinot. Due i vincitori italiani: nel 1994 Giorgio Furlan e nel 2006 Ivan Basso.

Dopo sette anni di gara in Corsica, con il via a Porto Vecchio, gli amministratori locali hanno preferito non rinnovare l’accordo con ASO la quale a sua volta ha preso la decisione di porre fine all’organizzazione della prova anche in ragione del calendario internazionale troppo fitto che non permetteva una partecipazione di alto livello complessivo.

Archivio

La vignetta di Pellegrini