Ewan al colpo di reni su Sagan © Tour Down Under
Ewan al colpo di reni su Sagan © Tour Down Under

Ewan perfetto, sua anche l’ultima tappa del Down Under; corsa a Porte

Quattro volate e quattro vittorie (cinque con la People’s Choice Classic): Caleb Ewan ha chiuso in maniera perfetta questo Tour Down Under imponendosi anche nella sesta ed ultima frazione della corsa australiana. Sul circuito di Adelaide, lo sprinter tascabile della Orica-Scott ha battuto, abbastanza nettamente nonostante l’impressione data dal colpo di reni, il campione del mondo Peter Sagan: sorpresa in terza posizione dove si è piazzato lo sloveno Marko Kump.

La tappa si è disputata su un circuito di 4500 metri da ripetere 20 volte per un totale di 90 chilometri: nonostante alcune lievi ondulazioni nel tracciato, il ritmo è stato elevatissimo fin dai primi giri e la media finale della tappa ha sfiorato i 47 km/h. La classica ancora relativamente corta alle spalle di Richie Porte, ha dato interesse ai due traguardo volanti ad abbuoni previsti al giro 8 ed al giro 12, con il primo che è stato addirittura decisivo per il podio: Peter Sagan infatti ha lanciato Jay McCarthy verso il primo posto, Caleb Ewan si è buttato anche lui nella mischia per difendere il compagno di squadra Esteban Chaves ed a rimanere beffato è stato Nathan Haas che è rimasto a secco.

Successivamente si è formata una fuga Frohlinger (Sunweb), O’Connor e Venter (Dimension Data), De Gendt (Lotto Soudal), Bidard (AG2R) e Bauer (Quick Step): al gran premio della montagna Thomas De Gendt si è preso i tre punti che gli hanno permesso di aggiudicarsi la speciale classifica scavalcando Richie Porte, a quel punto il belga si è lasciato sfilare ma al suo posto è rientrato da dietro il colombiano Jhonatan Restrepo (Katusha), leader della classifica dei giovani, che si è andato a vincere il secondo sprint ad abbuoni.

Il sestetto di fuggitivi non ha mai avuto più di 55″ di vantaggio sul gruppo che poi negli ultimi giri è andato a chiudere il gap abbastanza facilmente, nonostante l’estremo tentativo solitario di Jack Bauer che ancora una volta è stato eletto più combattivo di giornata. La volata finale, caratterizzata da una lieve pendenza a salire, è stata un’altra dimostrazione di forza e condizione da parte di Caleb Ewan che prima ha vinto la battaglia per la posizione con Danny Van Poppel, poi ha avuto buon gioco a battere ancora una volta Peter Sagan.

In classifica generale, gli abbuoni ai traguardi volanti hanno generato un paio di cambiamenti nella top10, uno addirittura sul podio finale della corsa. Il successo è andato ovviamente a Richie Porte (BMC) che dopo due secondi posti consecutivi, si è portato a casa così il suo primo Tour Down Under: il suo successo non era minimamente in discussione, mentre il colombiano Esteban Chaves, aiutato anche da Ewan in fase di controllo, è rimasto tranquillamente in seconda posizione. Sul terzo gradino del podio è salito invece Jay McCarthy che con i 3″ guadagnati al primo sprint è andato a pari tempo con Nathan Haas e lo ha scavalcato grazie alla somma dei piazzamenti (59 a 63). Sorride anche il colombiano Restrepo che è riuscito ad entrare in top10 mentre il migliore degli italiani in classifica è stato Diego Ulissi, quinto a 59″ da Porte.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile