Luca Paolini in maglia Katusha © DR
Luca Paolini in maglia Katusha © DR

Luca Paolini torna in sella: il comasco si dedicherà alla MTB e punta al mondiale

Come riporta la Gazzetta dello Sport nell’edizione odierna Luca Paolini torna ufficialmente in sella: il quarantenne comasco, la cui squalifica per la positività alla cocaina riscontrata al Tour de France 2015 è terminata lo scorso 10 gennaio, si dedicherà alla MTB. L’ex professionista fra le altre di Quick Step, Liquigas e Katusha ha firmato un contratto con il Team Torpado, attivo sia nel cross country che nella Marathon.

Paolini, che gestisce un bar nella città lariana, ha dichiarato: «Io la bici ce l’ho dentro. Volevo chiudere il ciclo della mia esperienza nel ciclismo in sella. Ero pronto a correre ancora tra i pro’, ma dopo la squalifica volevo proposte di qualità. La Torpado mi ha chiamato, mi ha fatto piacere. Era un’occasione alla quale non potevo dire di no. Chiuderò con un numero sulla maglia. L’obiettivo sono i Mondiali Marathon del 26 giugno in Germania: il percorso non è impossibile per noi stradisti. Io sono cresciuto con la BMX, e la MTB l’ho sempre usata per allenarmi».

A seguirlo come allenatore sarà l’amico di sempre nonché capitano Paolo Bettini mentre il neo commissario tecnico del settore è un’altra vecchia conoscenza, ossia Mirko Celestino. «Mirko è un tecnico, non ci possono più essere rapporti di amicizia» spiega Paolini, che aggiunge: « Mi ha detto che non ci sono preclusioni. Cercherò di farmi trovare pronto».

Archivio