Johan Le Bon taglia il traguardo alla Boucles de la Mayenne © Freddy Guérin - Directvélo
Johan Le Bon taglia il traguardo alla Boucles de la Mayenne © Freddy Guérin - Directvélo

Mayenne, Le Bon si ripete nella prima tappa in linea. Ancora bene Vendrame

La prima frazione in linea della Boucles de la Mayenne, disputata sotto un gran caldo tra Saint Bethevin e Ernée sulla distanza di 187 km, ha visto i medesimi tre protagonisti del prologo di ieri sera salire sul podio, seppur in posizioni modificate.

La giornata è stata caratterizzata da una fuga di quattro elementi, ossia lo spagnolo Hector Sáez (Caja Rural-Seguros RGA), il lettone Gatis Smukulis (Delko Marseille Provence KTM), il colombiano Bernardo Suaza (Manzana Postobón) e lo svizzero Roland Thalmann (Roth-Akros). Il loro margine massimo ha toccato i 5′ attorno a metà gara.

Quando mancavano circa 25 km alla conclusione dal gruppo hanno attaccato due nomi pesanti come Lilian Calmejane (Direct Énergie) e Mathieu van der Poel (Beobank-Corendon). La coppia è riuscita a prendere e a distanziare i battistrada, fatta eccezione per Sáez. Il trio ha iniziato l’ultimo giro di 10 km del circuito finale con 20″ sul gruppo tirato da Cofidis, Solutions Crédits e FDJ.

Un nuovo allungo di Van der Poel provoca la perdita di terreno di Sáez ma il plotone riesce a rientrare ai meno 6 km, quando in contropiede allunga Florian Vachon. Il corridore della Fortuneo-Vital Concept viene a sua volta raggiunto ai meno 3 km; poco dopo è la volta di un nuovo assolo.

Lo tenta nientemeno che la maglia gialla Johan Le Bon. In un primo momento nessuno va in caccia del transalpino della FDJ, che riesce ad accumulare qualche secondo di vantaggio. Nonostante dietro ci sia collaborazione, il ventiseienne prosegue nel suo tentativo, che ha esito positivo.

Come ieri, dunque, esulta Le Bon; e come ieri salgono sul podio il tuttofare Van der Poel e Clément Venturini (Cofidis, Solutions Crédits), distanti 4″ come il resto del gruppo dei migliori. In top 10 sono poi presenti Damien Touzé (HP BTP-Auber 93), il norvegese Sondre Holst Enger (AG2R La Mondiale), Steven Tronet (Armée de Terre), l’azzurro Andrea Vendrame (Androni Giocattoli) che conferma il bel settimo posto di ieri, l’olandese David van der Poel (Beobank-Corendon), il belga Eliot Lietaer (Sport Vlaanderen-Baloise) e l’olandese, recente vincitore della Paris-Roubaix under 23, Nils Eekhoff (Development Team Sunweb).

In classifica Le Bon ora conduce con 11″ su Van der Poel e 13″ su Venturini. Domani spazio alla Chantrigné-Hambers di 179 km.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile