X
    Categories: In evidenzaProfessionistiSlider

Il Campenaerts innamorato e quel tragico due di picche

Victor Campenaerts e un due di picche difficile da digerire... © Bettiniphoto

Ricordate il cronoman belga che aveva “invitato” la bella Carlien a un appuntamento galante? Lei ha accettato, ma solo per dirgli: “Restiamo amici!”

Ognuno di noi almeno una volta nella vita ha dovuto fare i conti con una delle frasi più drammatiche della storia dell’umanità: “Preferisco che restiamo amici“… fine dei sogni, infrangersi di ogni romanticismo, tracollo morale e depressione cosmica. Non c’è modo peggiore per trovare la disillusione di un amore, perché tutti ben sappiamo che – altro che amici! – ce la sogneremo ogni notte per mesi o addirittura anni, lei, l’oggetto del nostro desiderio! E invece siamo costretti a fare buon viso a cattivo gioco: “Va bene, capisco, questo rapporto è già troppo bello così… voglio solo che tu sia felice, e pazienza se non sarà con me… non ti preoccupare, sono io che ho corso troppo…” e via mentendo in maniera sempre più meschina e indecente… e ancora non è niente, perché poi verrà anche il momento in cui l’amica in questione verrà a chiederci consigli su come fare per far innamorare un altro… e noi che a quel punto la dignità avremo pure dimenticato di averla mai avuta, la aiuteremo a fidanzarsi con un idiota che non vale la metà di noi. E via con altri struggimenti, e auspicabili rifugi nelle droghe più varie. Così va il mondo.

In sintesi abbiamo riportato qui sopra la storia passata, presente e futura del povero Victor Campenaerts, che per strappare un appuntamento alla bella Carlien si era coperto di ridicolo (e si era pure fatto multare dalla giuria) nella crono di Montefalco al Giro d’Italia, esibendo sul petto più o meno villoso una richiesta scritta a pennarello: “Carlien daten?”, ovvero, “Carlien mi concedi un appuntamento?”.

Proiettata suo malgrado in un gossip planetario, la ragazza ha acconsentito a vedere il corridore della LottoNL-Jumbo. Ma l’illusione per il simpatico tenerone è durata ben poco: nel corso dello strombazzatissimo incontro, infatti, dalle parole di Carlien ha via via preso forma il più atroce dei due di picche, materializzatosi pesantemente sui sogni di gloria di Victor. “Preferisco che restiamo amici”, gli ha detto lei mentre a lui scorreva davanti agli occhi tutta la vita (o almeno tutta la crono di Montefalco)…

“Niente da aggiungere”, ha confermato singhiozzando Campenaerts a Het Nieuwsblad. Non è dato sapere se l’impavido guerriero riproverà con altre trovate bislacche a trafiggere il cuore di una prossima pulzella. Visto l’esito in quest’occasione, sarà forse il caso che Victor lasci il ciclismo fuori dai suoi affari sentimentali…

Marco Grassi: