Vincenzo Nibali impegnato alla Vuelta a España © Photo Gómez Sport
Vincenzo Nibali impegnato alla Vuelta a España © Photo Gómez Sport

Tappa, maglia e podio nei tre grandi giri: Nibali è nel club con i grandissimi del passato

La vittoria conquistata ieri ad Andorra la Vella da Vincenzo Nibali non è stata importante solamente ai fini della corsa in sé e del morale del corridore messinese. Il trentaduenne del Bahrain Merida, come fatto notare dal forum di Cicloweb, entra a tutti gli effetti in un ristretto club di selezionatissimi campioni. Ossia di coloro sono stati capaci di aver vinto una tappa, di aver vestito la maglia di leader e di aver finito sul podio in ciascuno dei tre grandi giri.

Formalmente Nibali vi era già presente, ma l’elemento più “discusso” riguardava proprio la vittoria di tappa alla Vuelta. Il siciliano, prima di ieri, non aveva ancora esultato per un successo nella prova spagnola; anche se, nell’albo d’oro, risulta vincitore della ventesima frazione della Vuelta 2010, quando restò incollato a Ezequiel Mosquera, in seguito squalificato. Già membro del club, ieri Nibali ha dunque ulteriormente rafforzato la sua inclusione al tavolo dei grandi.

Questo perché il ristretto club di cui sopra è composto solamente da Jacques Anquetil, Felice Gimondi, Eddy Merckx e Bernard Hinault. Ossia coloro i quali, come Nibali, sono riusciti a vincere in carriera tutti e tre i grandi giri. L’unico “grangirista” mancante è Alberto Contador; al madrileno fa difetto la conquista di una vittoria di tappa al Giro. Che avrebbe ottenuto in due occasioni (Etna e Nevegal) nel 2011, ma che gli sono state revocate a causa della squalifica a cui è stato sottoposto.

Nel prossimo futuro, ci sono tre atleti messi in ottima posizione per far parte della ristrettissima cerchia. A ciascuno, infatti, manca solamente una specifica. Fabio Aru è alla ricerca di un podio al Tour de France, Nairo Quintana insegue la maglia gialla al Tour de France e ad Alejandro Valverde fa difetto la maglia rosa al Giro d’Italia.

Ciclismo in Tv

Non ci sono eventi imminenti.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile