X
    Categories: NewsProfessionisti

Al Tour de Vendée Cofidis sugli scudi: fuga per Bouhanni, vittoria per Laporte

Christophe Laporte vince il Tour de Vendée © Twitter

Gran giornata per la Cofidis, Solutions Crédits al Tour de Vendée. In casa degli arcirivali della Direct Énergie la formazione del Nord non solo ha vinto, ma è stata la mattatrice del finale con chi meno ti aspetti. In una domenica caratterizzata dal freddo e dalla pioggia battente, a circa 20 km dall’arrivo la situazione vedeva in fuga un solo uomo. E non uno qualsiasi.

Tutto solo viaggiava infatti Nacer Bouhanni, bravo a distanziare quattro elementi che stavano pedalando con lui. E pensare che il Mondiale di Bergen non era stato ritenuto a lui adatto dal ct Guimard. Oggi, invece, il nativo di Épinal è rimasto all’attacco sino ai meno 10 km, quando è stato raggiunto dalla prima parte del gruppo.

Quasi in contemporanea al suo ricongiungimento, ha contrattaccato quello che è solitamente il suo pesce pilota negli sprint, vale a dire Christophe Laporte. Il venticinquenne è riuscito a costruirsi un bel vantaggio, imboccando l’ultimo km in tutta tranquillità. I metri conclusivi sono stati per lui una meritata passerella verso la seconda vittoria da professionista. Curiosamente, la prima è stata raccolta proprio al Tour de Vendée edizione 2015.

Il gruppo è giunto a 20″ e ha visto Justin Jules (WB Veranclassic) regolare Fabian Lienhard (Team Vorarlberg), Romain Combaud (Delko Marseille Provence KTM), Thomas Boudat (Direct Énergie), Jérémy Leveau (Roubaix Lille Métropole), Daniel Hoelgaard (FDJ), Kévin Le Cunff (HP BTP-Auber 93), Romain Hardy (Fortuneo-Oscaro) e Jonathan Lastra (Caja Rural-Seguros RGA).

La redazione: