Giacomo Nizzolo © Trek-Segafredo
Giacomo Nizzolo © Trek-Segafredo

Il Tour of Guangxi accoglie il ritorno di Nizzolo e Intxausti

Per la gran parte del gruppo il Tour of Guangxi (19-24 ottobre) rappresenterà il punto finale della stagione 2017; per altri, invece, sarà un punto di inizio, un primo mattone per ritornare a sentirsi un corridore a tutti gli effetti. Stiamo parlando di Giacomo Nizzolo e di Beñat Intxausti, i quali torneranno finalmente alle corse dopo vari mesi di assenza.

Il lombardo della Trek-Segafredo ha combattuto da dicembre con una tendinite al ginocchio destro, la quale lo ha tenuto lontano dalle corse fino al mese di aprile. Nizzolo ha poi disputato il Giro d’Italia, ma la precaria condizione fisica e una forma di allergia lo hanno costretto al ritiro dopo 10 tappe.

Da quel momento l’ex campione italiano ha corso le Hammer Series, il campionato nazionale e la Clásica San Sebastian (non portando a termine queste ultime due prove). Le difficoltà di Nizzolo in questi ultimi mesi sono state spiegate con una sindrome da sovrallenamento, dovuta probabilmente alla volontà di sfoggiare il tricolore sulle strade della Corsa Rosa.

La situazione è stata ancora più complicata per Beñat Intxausti: il basco ha contratto la mononucleosi nel febbraio 2016 e ha terminato la stagione in luglio al Giro di Polonia. Durante lo scorso dicembre la situazione sembrava andare per il meglio ma una ricaduta ha bloccato ulteriormente il ritorno alle corse.

Nella stagione 2017, il portacolori del Team Sky ha preso il via una sola volta, alla Clásica San Sebastian, terminata con un ritiro. Ci auguriamo che il Tour of Guangxi possa rappresentare la fine di questa brutta parentesi.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile