- Cicloweb - http://www.cicloweb.it -

Un nipote d’arte per l’Amore&Vita: ecco Jan André Freuler

Continua a pescare dal ciclismo svizzero l’Amore & Vita-Prodir. Dopo l’ingaggio del forte Colin Stüssi la compagine toscana che corre con licenza albanese ha messo sotto contratto per il 2018 Jan André Freuler. Venticinquenne di Reichenburg, Freuler è un velocista che riesce a tenere anche negli strappetti. Nel 2017, gareggiando in Germania con i dilettanti del Maloja Pushbikers, ha ottenuto quattro vittorie su strada e si è ben comportato anche su pista. Suo zio è il famoso Urs Freuler, tra i più grandi ciclisti su strada e su pista nella storia della Confederazione elvetica.

Queste le parole di Cristian Fanini: «In quanto a Jan, sappiamo bene non sarà mai suo zio, tuttavia sono totalmente certo che potrà dare ugualmente tantissimo al mondo del ciclismo. Il nostro partner Marchetti ha una fiducia smisurata su di lui, a suo tempo ci ha fatto analizzare tutti i suoi test ed i video delle sue performance, di conseguenza lo abbiamo seguito scrupolosamente e abbiamo potuto notare quanta grinta e classe possedesse in bicicletta e quindi abbiamo deciso di prenderlo con noi. Freuler è un atleta molto serio, coraggioso ed estremamente determinato e queste sono doti che non tutti possono vantare. Insieme a Maris Bogdanovics formeranno una coppia di velocisti di alto livello su cui il nostro team si affiderà tantissimo. Quella del velocista è una lacuna che siamo andati a colmare rispetto al 2017, quindi adesso starà a lui conquistarsi sulla strada i gradi di leader per le volate ed avere il team a sua disposizione sin dalle prime battute della prossima stagione che saranno in Francia al Grand Prix La Marseillaise e l’Étoile de Bessèges».