Dylan Groenewegen su Matteo Pelucchi nella quarta tappa della Volta ao Algarve 2018
Dylan Groenewegen su Matteo Pelucchi nella quarta tappa della Volta ao Algarve 2018

Volta ao Algarve, Groenewegen sbarra a Pelucchi la via della gioia. Gilbert frizzante

Seconda vittoria in quattro giorni per Dylan Groenewegen, andato a segno oggi nella quarta tappa della Volta ao Algarve 2018, la Almodôvar-Tavira di 199.2 km. L’olandese della LottoNL-Jumbo si è imposto nettamente in volata battendo Matteo Pelucchi (Bora-Hansgrohe): i gialloneri hanno approfittato del lavoro del treno Trek-Segafredo, che nel finale ha tenuto tutti in fila indiana pur avendo il finalizzatore John Degenkolb troppo indietro. Sul rettilineo conclusivo Groenewegen è stato lanciato alla perfezione dal suo apripista; Pelucchi era alla ruota di Dylan e ha anche provato a uscirne, ma è rimbalzato, e si è quindi accontentato del secondo posto, davanti allo stesso Degenkolb in rimonta. Quarto posto per Florian Sénéchal (Quick-Step Floors), quinto per Jurgen Roelandts (BMC), e a seguire troviamo Timothy Dupont (Wanty-Groupe Gobert), Hugo Hofstetter (Cofidis, Solutions Crédits), Jasper De Buyst (Lotto Soudal), Loïc Vliegen (BMC) e, al decimo posto, Michal Kwiatkowski (Sky).

Volata a parte, il momento più caldo della tappa è stato a 18 km dalla fine, quando, con la fuga del mattino ancora in atto (ma ormai nel mirino), dal gruppo si sono mossi alcuni bei nomi: Philippe Gilbert (Quick-Step), Dylan Teuns (BMC) e Guillaume Bonnafond (Cofidis), a cui si è subito accodato Jasha Sütterlin (Movistar). I quattro sono riusciti a riportarsi ai -9 sui cinque superstiti della fuga: ma il margine sul gruppo era ridotto (appena 14″ di vantaggio massimo), e nonostante il grande impegno di Gilbert su tutti, il ricongiungimento è stato inevitabile e si è compiuto ai 3 km.

La fuga del giorno si era mossa al km 7 con Ben King (Dimension Data), Rory Sutherland (UAE Emirates), Julen Amézqueta (Caja Rural-Seguros RGA), Bruno Silva (Efapel), Alexander Grigoryev (Sporting-Tavira) e João Rodrigues (W52-Porto), e aveva avuto un vantaggio massimo di 4’16” al km 43; dal drappello si era staccato ai -20 Bruno Silva, e gli altri cinque – come detto più su – sarebbero stati poi raggiunti dal gruppetto Gilbert. Per King comunque la soddisfazione di aver conquistato la maglia azzurra di migliore scalatore, transitando in testa ai due Gpm di giornata.

Domani il gran finale della Volta ao Algarve 2018 si consumerà con l’arrivo in cima all’Alto do Malhão, salita di 3 km con più di un tratto al 10% di pendenza; la frazione partirà da Faro e si concluderà sulla citata rampa, facente parte del comprensorio di Loulé, dopo 173.5 km contrassegnati da altri 4 Gpm oltre che da innumerevoli saliscendi. Ci saranno certamente dei rivolgimenti in classifica, anche se Geraint Thomas (Sky) ha ottime possibilità di difendere la sua maglia gialla. Al momento il gallese guida con 22″ sul suo compagno Kwiatkowski, 32″ su Nelson Oliveira (Movistar), 52″ su Bob Jungels (Quick-Step), 53″ su Tejay Van Garderen (BMC), 1’01” su Bauke Mollema (Trek), 1’18” su Jaime Rosón (Movistar), 1’19” su Maximilian Schachmann (Quick-Step), 1’20” su Felix Grossschartner (Bora) e 1’24” su Vasili Kiryienka (Sky); il primo italiano in classifica è Valerio Conti (UAE), 15esimo a 1’58”.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile