Il quartetto italiano ai blocchi di partenza © Twitter
Il quartetto italiano ai blocchi di partenza © Twitter

Quartetto maschile, il record italiano non basta: al Mondiale sarà finale per il bronzo

Una prestazione straordinaria non è bastata all’Italia per entrare nella finale per la medaglia d’oro nell’Inseguimento a Squadre maschile dei Campionati del Mondo su Pista di Apeldoorn: nel primo turno il quartetto composto da Liam Bertazzo, Simone Consonni, Filippo Ganna e Francesco Lamon ha fatto registrare il nuovo record italiano con 3’54″884 ma si è dovuto inchinare alla Danimarca nella sfida diretta; il precedente primato era il 3’55″724 fatto segnare dagli stessi quattro corridori ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro.

Sia l’Italia che la Danimarca hanno abbondantemente migliorato il tempo fatto registrare in qualifica oggi pomeriggio: i danese hanno preso subito otto decimi di vantaggio, i nostri hanno recuperato tutto e sono addirittura passati in testa nel finale prima di arrendersi proprio all’ultimo giro alla grande reazione del quartetto nordico. Per l’Italia domani sera ci sarà quindi la finale per la medaglia di bronzo contro la Germania mentre la sfida per l’oro sarà tra Danimarca e Gran Bretagna che ha superato il turno in pieno controllo con un tempo superiore ai 3’56”.

Visita lo store di Cicloweb!

Dal nostro Store

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile