Ian Bibby sul podio al Tour of Japan © Tour of Japan
Ian Bibby sul podio al Tour of Japan © Tour of Japan

Tour of Japan, Canola sfiora il successo nel prologo: lo supera solo Ian Bibby

Con l’ormai consueto prologo di 2600 metri a Sakai è partito il Tour of Japan, una delle corse di maggior prestigio e con la maggior storia del continente asiatico. Il migliore è stato Ian Bibby, britannico di buon livello che non ha mai avuto la possibilità di un contratto in formazioni Professional.

Il trentunenne del JLT Condor ha fermato il cronometro su 3’12”, tempo sufficiente per superare la concorrenza e conquistare la seconda gioia del 2018. In seconda posizione, a un solo secondo di distanza, è giunto Marco Canola: il vicentino della Nippo-Vini Fantini-Europa Ovini è ancora alla caccia della prima affermazione stagionale ma proprio nella corsa nipponica, che nel 2017 lo vide assoluto dominatore con tre successi, può sbloccarsi.

Completano la top 10 il britannico Oliver Wood (JLT Condor), l’estone Mikhel Räim (Israel Cycling Academy) e il giapponese Atsushi Oka (Utsunomiya Blitzen), tutti a 1″, lo statunitense Cameron Piper (Team Illuminate), lo sloveno Grega Bole (Bahrain Merida), l’australiano Anthony Giacoppo (Bennelong SwissWellness), lo statunitense Tyler Williams (Israel Cycling Academy) e il neerlandese Raymond Kreder (Team UKYO) a 2″. Domani in programma una frazione di 105 km a Kyoto, con probabilissimo arrivo allo sprint.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile