Branislau Samoilau © Minsk Cycling Club
Branislau Samoilau © Minsk Cycling Club

Tour de Serbia, l’ultima a Samoilau. Generale a Tivani, tre italiani tra i 10

Il Tour de Serbia 2018 si è concluso nei pressi di Belgrado, con il traguardo posto sullo strappetto di Avala, raggiunto 113 km dopo la partenza da Kostolac. Ad imporsi è stato uno dei corridori più in forma del panorama Continental, vale a dire Branislau Samoilau: il bielorusso ex Acqua&Sapone e Movistar è alla quarta affermazione del 2018, la terza negli ultimi dieci giorni dopo la doppia gioia in Ucraina.

Il trentatreenne del Minsk Cycling Club ha preceduto di 3″ il turco Ahmet Örken (Salcano Sakaraya) e di 6″ il gruppo, regolato dal bielorusso Stanislau Bazhkou (Minsk Cycling Club) sull’ungherese Barnabas Peak (Centre Mondiale du Cyclisme). Settima e ottava piazza per Manuel Pesci e Nicholas Rinaldi, italiani del Team Cervélo.

La classifica generale ha visto il successo di Nicolas Tivani. L’argentino della Trevigiani Phonix-Hemus 1896 va sul podio con il bielorusso Yauheni Sobal (Minsk Cycling Club) e il moldavo Cristian Raileanu (Torku Sekerspor), distanti rispettivamente 8″ e 10″. Tre gli italiani in top ten, tutti a 20″: quinto Manuel Pesci, ottavo Nicholas Rinaldi e nono Alberto Marengo (Kobanya Cycling Team).

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile