Il podio nella Ronde van Limburg 2018 © Twitter
Il podio nella Ronde van Limburg 2018 © Twitter

Van der Poel sempre più spettacolare: nella volata della Ronde van Limburg le suona a Bouhanni

Nel 2014 aveva colto qui la prima vittoria della carriera su strada. Sono passati quattro anni e Mathieu van der Poel, dall’essere una fulgida promessa del ciclocross con qualche sconfinamento sull’asfalto, è diventato leggenda del fango, talentissimo nella MTB e una realtà, quando si cimenta, su strada.

Il ventitreenne neerlandese ha colto alla Ronde van Limburg, prova belga di 200 km con partenza e arrivo a Tongeren, la terza vittoria della stagione su strada in soli cinque giorni di corsa. Numeri ovviamente spaventosi. E la vittoria odierna per il campioncino della Corendon-Circus acquista ulteriore sapore se si considera chi è il primo dei battuti allo sprint, per altro distanziato di oltre una bicicletta.

La piazza d’onore è infatti andata a Nacer Bouhanni: il francese della Cofidis, Solutions Crédits è in un momento di grande forma come testimoniano le tre affermazioni colte negli ultimi 20 giorni. Terza piazza per un altro protagonista della stagione invernale del ciclocross, vale a dire il belga Tim Merlier (Veranda’s Willems-Crelan).

La top 10 viene completata dai belgi Jelle Donders (Team Differdange-Losch), Kenny Dehaes (WB Aqua Protect Veranclassic) e Milan Menten (Sport Vlaanderen-Baloise), il britannico Adam Blythe (Aqua Blue Sport), il danese Lasse Norman Hansen (Aqua Blue Sport), il belga Jelle Mannaerts (Tarteletto-Isorex) e il neerlandese Coen Vermeltfoort (Roompot-Nederlandse Loterij).

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile