- Cicloweb - http://www.cicloweb.it -

Titoli a crono anche tra le donne: conferme per Uttrup Ludwig, Majerus e Rist

Per il terzo anno consecutivo il titolo a cronometro in Danimarca viene conquistato da Cecilie Uttrup Ludwig. La talentuosa portacolori della Cervélo-Bigla è stata la migliore nei 24.2 km e, con il tempo di 31’49”, ha superato per 28″ Pernille Mathiesen (Team Sunweb) e di 30″ la fortissima biker Annika Langvad, che dimostra il suo talento anche sull’asfalto.

Chi l’avrebbe mai detto che a far proprio il tricolore a cronometro in Lussemburgo fosse Christine Majerus? Sempre la solita storia nel Granducato, e non poteva essere altrimenti. Dal 2007 in poi a conquistare il titolo a cronometro è sempre stata lei. Sugli 11.7 km di Redange la trentunenne della Boels-Dolmans si è imposta con 1′ tondo su Ann Sofie Harsch e 1’12” su Elise Maes (WNT Rotor).

È stata ciclista professionista fino al 2016, anche con un triennio in Italia con la casacca della Michela Fanini. Nelle ultime due annate Liisi Rist ha messo da parte l’impegno totalizzante delle due ruote per entrare nei ranghi della tv pubblica del suo paese, l’Estonia, come giornalista. Eppure quest’oggi la ventisettenne ha ottenuto il suo sesto titolo nazionale consecutivo a cronometro. Battute Egle Mätas di 59″ e Mari Liis Möttus di 1’07”.

Sfida tra atlete impegnate a livello nazionale in Irlanda. A imporsi è stata Kelly Murphy, la cui storia è alquanto particolare: ha iniziato a pedalare con costanza per andare a lavoro (è specializzata in neuroscienze), per poi appassionarsi sempre più e a fare del ciclismo un hobby importante. Con lei sul podio la vincitrice nel 2017 Eileen Burns e Eve McCrystal.

Spazio infine alla prova individuale anche in Brasile, dove si è assistito ad un risultato a sorpresa. Successo per Fanny Tamires, che sui 21 km di Maringá l’ha avuta vinta per un’inezia: seconda a 1″ è giunta Ana Paula Polegatch, terza a 3″ la grande favorita Flavia Oliveira.