Ravanelli in solitudine a Collecchio © Photors.it
Ravanelli in solitudine a Collecchio © Photors.it

Dilettanti: vittorie prestigiose per Ravanelli e Rocchetti

Un martedì insolito accompagna i dilettanti verso il finale di stagione, ben due le prove nazionali affrontate nella giornata odierna. La più prestigiosa, la Coppa Collecchio nel parmigiano, che ha visto il bergamasco Simone Ravanelli (Biesse Carrera Gavardo) trovare la quarta vittoria stagionale: decisiva già una fuga di 20 corridori indotta partita a 60 km circa dal via. In questo gruppo, Ravanelli si è dimostrata il più forte di tutti sulla salita di Segalara, andando a staccare i rivali più resistenti, Luca Mozzato (Dimension Data for Qhubeka), Flavio Tasca (Work Service Gazzera) ed Ottavio Dotti (Petroli Firenze). Alla fine il secondo posto lo prende Mozzato su Dotti a 25″, Tasca giunge quarto a 28″.

Ci si sposta nelle Marche per il Trofeo Rigoberto Lamonica, dove è l’enfant du pays a festeggiare: Filippo Rocchetti, osimano di nascita ma residente a Montecassiano, ha dominato un’altra corsa segnata da una corposa fuga iniziale che vedeva impegnati tutti i futuri protagonisti. Decisivo per l’uomo Colpack  l’attacco in discesa nel corso dell’ultimo giro, quando davanti erano rimasti ormai in 6; il marchigiano ha poi maturato il margine nei chilometri finali in salita, andando a conseguire il terzo prestigioso successo stagionale dopo la Piccola Sanremo ed il Trofeo Città di Brescia. Alle sue spalle, Lorenzo Friscia (Gragnano Sporting Club) arrivava secondo a 45″, precedendo Andrea Meucci (Sestese Amore & Vita), vincitore due giorni fa del Gp Industria Del Cuoio e delle Pelli, mentre quarto finiva un altro protagonista recente, l’inglese Paul Double della Zappi’s vincitore del Trofeo dalle Mura al Muro di Pinerolo, a 48″. Più staccati, ad 1’08”, i due uomini del Futura Team Alessandro Frangioni e Rossano Mauti.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile