La ginnasta Nina Derwael ha aperto la prima serata di gare © Belga
La ginnasta Nina Derwael ha aperto la prima serata di gare © Belga

Havik e Stroetinga al comando della Sei Giorni di Gand dopo la prima sera

La Lotto Zesdaagse Vlandereen-Gent inizia subito nel segno dei campioni del mondo. La partenza è stata data dalla giovane ginnasta belga Nina Derwael: classe 2000, è stata la prima ginnasta a vincere un titolo mondiale nella ginnastica, vincendo l’oro a Doha 2018 nelle parallele asimmetriche, specialità dov’è anche campionessa continentale. La prova finale, la Madison, ha visto prevalere le maglie iridate dei tedeschi Roger Kluge e Theo Reinhardt (Callant Diaz).

Il vero protagonista della serata è però Iljo Keisse. Il sei volte vincitore della Sei Giorni di Gand è la stella della Deceuninck-QuickStep, accoppiata che parte forte imponendosi in tre gare: nella prima gara della Corsa a Punti con Elia Viviani vincitore nella manche dei numeri bianchi, nella Eliminazione a Squadre vinta dal belga davanti al connazionale Robbe Ghys e per concludere ancora Keisse nella prima manche del Derny. Si tratta della prima apparizione del nuovo sponsor del team di Patrick Lefévère, presente tra gli ospite del Kuipke.

Havik e Stroetinga al comando
È la coppia del Team TUI però a guadagnarsi il posto dopo la prima giornata di gara; gli olandesi Yoeri Havik e Wim Stroetinga si aggiudicano la prova cronometrata del giro della pista (8″670 secondi con una velocità di 69.2014 km/h), ma non perdono nemmeno un giro nelle due Madison in programma: la prima è stata vinta dal Team Lotto Soudal, formato dai belgi Jasper De Buyst e Tosh Van der Sande. Dietro la coppia olandese al comando con 43 punti, seguono con un giro di ritardo Keisse–Viviani, che però hanno ottenuto 73 punti, seguiti dai campioni europei del Team Baloise Insurance, Kenny de Ketele e Robbe Ghys con 57 punti che si aggiudicano lo Scratch e la seconda prova del Derny, difendendo così il terzo posto provvisorio da Kluge e Reinhardt, dietro a loro di un solo punto.

Gli altri italiani e il programma della seconda giornata
Francesco Lamon e Michele Scartezzini (Team Altra) occupano l’ottava posizione in classifica, con tre giri persi e solo otto punti conquistati (terzultimi in questa colonna). Posizioni centrali per Jacopo Cavicchioli e Filippo Ferronato nella AVS Cup Under23: per il Memorial Noel Fare, due sesti posti nel Giro Lanciato e in una Corsa a Punti, settimi nell’altra che valgono il nono posto in classifica. Il programma di mercoledì 14 Novembre rispetta in grossa parte quello della prima giornata, con l’aggiunta di eventi collaterali di paraciclismo sia femminili che maschili. Orario d’inizio: 18:10.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile