Cadel Evans Great Ocean Road Race 2019

  • Dal 2017 il Tour Down Under non è più l’unica corsa australiana a fare parte del World Tour: a fargli compagnia c’è infatti la Cadel Evans Great Ocean Road Race, gara di un giorno che si disputa a Geelong nello stato di Victoria nel sud-est del paese. Quest’anno il percorso sarà identico a quello del 2018, con un grande anello di un centinaio di chilometri che porterà i corridori alla fase decisiva della corsa: nel finale è previsto infatti un circuito attorno a Geelong con la salita di Challambra Hill da ripetere quattro volte. Lo strappo misura appena 810 metri, ma ha una pendenza media del 9.8%: la prima parte è la più impegnativa, ma è proprio in vista dello scollinamento per si tocca per un attimo il 22% di pendenza.

    Non tutte le squadre World Tour che hanno disputato il Tour Down Under hanno scelto di rimanere in Australia per questo nuovo appuntamento per loro non obbligatorio: sono 15 le formazioni di prima divisione iscritte alla prova, a cui si aggiunge la selezione della nazionale di casa. L’insidioso circuito finale rende la Cadel Evans Great Ocean Road Race una corsa aperta: chi vuole attaccare ha il terreno per farlo, ma come detto la salita è breve ed i velocisti avranno la possibilità di limitare i danni e poi tornare sotto con l’aiuto dei compagni; negli ultimi due anni abbiamo assistito entrambe le volte a volate di un gruppo di poco più di 20 corridori e anche stavolta questo potrebbe essere lo scenario più verosimile.

    Difficile identificare un favorito unico. L’anno scorso Elia Viviani finì secondo con un clamoroso recupero nel finale e proprio per quello potrebbe non essere facile per lui riuscire a replicare il podio: ci proverà, come anche altri velocisti di rango come Caleb Ewan, Jasper Philipsen e Danny van Poppel, con quest’ultimo che potrebbe avere meno problemi a superare lo strappo di Challambra. Il più completo ed in forma è probabilmente il sudafricano Daryl Impey che ha appena vinto il Tour Down Under: lui vorrà fare corsa dura ed in volata ha un buono spunto che l’aveva portato a piazzarsi terzo l’anno scorso qui a Geelong.

    Attenzione ovviamente al campione uscente Jay McCarthy, sebbene non abbia impressionato al Tour Down Under: sulla carta sembrano stare meglio corridori come Luis León Sánchez, Ryan Gibbons e Ruben Guerreiro per restare a coloro con lo spunto veloce che può garantire un bel piazzamento. Chi invece dovrà provare a fare il vuoto in salita è Richie Porte con a ruota Michael Woods, Wout Poels e magari anche il nostro Diego Ulissi.

  • Come ormai avviene per sempre più corse di prima fascia, anche la Cadel Evans Great Ocean Race avrà una sua gara femminile iscritta al calendario UCI: le due prove non saranno in contemporanea, gli uomini gareggeranno domenica mentre le donne si sfideranno al sabato. Il percorso da affrontare è sostanzialmente lo stesso con partenza e arrivo a Geelong, ma nel finale si farà un solo giro del circuito con la Challambra Hill per una distanza complessiva di 113.3 chilometri.

    Per quando riguarda l’analisi delle favorite, ci troviamo a fare le stesse considerazioni della gara maschile: ci sarà sicuramente chi proverà a fare la differenza sfruttando le poche difficoltà altimetrie del percorso – attenzione però anche al vento – ma ci saranno anche diverse velociste che proveranno a tenere chiusa la corsa per arrivare allo sprint. L’anno scorso s’impose Chloe Hosking che ci riproverà con le sue compagne della Alé Cipollini: la finlandese Lotta Lepistö (Trek), la cubana Arlenis Sierra (Astana), l’australiana Sarah Roy (Mitchelton), l’italiana Rachele Barbieri (BePink) e la canadese Alison Jackson (TIBCO) sembrano le avversarie più accreditate per lo sprint, con Sierra e Jackson che sulla carta potrebbero digerire meglio di tutte la salitella nel finale.

    Per gli attacchi invece fari puntati su Amanda Spratt, già vincitrice qui nel 2016 e reduce dalla netta vittoria al Santos Women’s Tour: le compagne di squadra Lucy Kennedy e Georgia Williams possono spianarle la strada per il quasi sicuro scatto che potrebbe anche rivelarsi vincente se in gruppo ci sarà grossa selezione. Altri nomi da seguire sono Elisa Longo Borghini, Ashleigh Moolman, Rachel Neylan, Krista Doebel-Hickok e Brodie Chapman.

  • Geelong – Geelong (164 km)Partenza: Geelong ore 11.10 (1.10 italiane)
    Arrivo: Geelong ore 15.15 circa (5.15 italiane)
  • Bora Hansgrohe
    1 McCarthy Jay
    2 Bodnar Maciej
    3 Gatto Oscar
    4 Mühlberger Gregor
    5 Oss Daniel
    6 Pöstlberger Lukas
    7 Schwarzmann Michael
    Deceuninck-Quick Step
    11 Viviani Elia
    12 Cavagna Rémi
    13 Devenyns Dries
    14 Honoré Mikkel
    15 Knox James
    16 Mørkøv Michael
    17 Sabatini Fabio
    Team Sky
    21 Poels Wout
    22 Doull Owain
    23 Halvorsen Kristoffer
    24 Knees Christian
    25 Rowe Luke
    26 Sivakov Pavel
    27 Van Baarle DYlan
    CCC Team
    32 De la Parte Víctor
    33 Mareczko Jakub
    34 Owsian Lukasz
    35 Rosskopf Joey
    36 Ventoso Francisco
    37 Sajnok Szymon
    Mitchelton-Scott
    41 Impey Daryl
    42 Bewley Sam
    43 Durbridge Luke
    44 Edmondson Alex
    45 Smith Dion
    46 Hamilton Lucas
    47 Howson Damien
    Astana Pro Team
    51 Sánchez Luis León
    52 Ballerini Davide
    53 Boaro Manuele
    54 De Vreese Laurens
    55 Fominyk Daniil
    56 Gidich Yevgeniy
    57 Gregaard Jonas
    Team Sunweb
    61 Bol Cees
    62 Fröhlinger Johannes
    63 Hamilton Chris
    64 Hindley Jai
    65 Kanter Max
    66 Storer Michael
    67 Walscheid Maximilian
    Team Jumbo-Visma
    71 Bennett George
    72 Gesink Robert
    73 Hofstede Lennard
    74 Lindeman Bert-Jan
    75 Leezer Tom
    76 Van Poppel Danny
    77 Wynants Maarten
    AG2R La Mondiale
    81 Latour Pierre
    82 Bagdonas Gediminas
    83 Chevrier Clément
    84 Cosnefroy Benoît
    85 Denz Nico
    86 Dupont Hubert
    87 Peters Nans
    UAE Team Emirates
    91 Ulissi Diego
    92 Bystrøm Sven Erik
    93 Sutherland Rory
    94 Oliveira Ivo
    95 Philipsen Jasper
    96 Pogacar Tadej
    97 Polanc Jan
    Trek-Segafredo
    101 Porte Richie
    102 Clarke William
    103 De Kort Koen
    104 Mullen Ryan
    105 Pantano Jarlinson
    106 Reijnen Kiel
    107 Stetina Peter
    Lotto Soudal
    111 Ewan Caleb
    112 Marczynski Tomasz
    113 Blythe Adam
    114 Hagen Carl
    115 Hansen Adam
    116 De Gendt Thomas
    117 Mertz Rémy
    EF Education First
    121 Woods Michael
    122 Bettiol Albert
    123 Docker Mitchell
    124 McLay Daniel
    125 Morton Lachlan
    126 Scully Tom
    127 Whelan James
    Team Katusha Alpecin
    131 Dowsett Alex
    132 Debusschere Jens
    133 Guerreiro Rubén
    135 Haller Marco
    136 Kuznetsov Viacheslav
    137 Strakhov Dmitry
    Team Dimension Data
    141 Valgren Michael
    142 Bak Lars Ytting
    143 Dlamini Nicholas
    144 Gibbons Ryan
    145 O'Connor Ben
    146 Davies Scott
    147 Slagter Tom Jelte
    Australian Cycling Team
    151 Elliott Nathan
    152 Turnboll Carter
    153 Toovey Ayden
    154 Sunderland Dylan
    155 White Nicholas
    156 Freiberg Michael
    157 Sweeny Harry
  • 2018Jay McCarthy (AUS)Elia Viviani (ITA)Daryl Impey (RSA)
    2017Nikias Arndt (GER)Simon Gerrans (AUS)Cameron Meyer (AUS)
    2016Peter Kennaugh (GBR)Leigh Howard (AUS)Niccolò Bonifazio (ITA)
    2015Gianni Meersman (BEL)Simon Clarke (AUS)Nathan Haas (AUS)
  • La corsa verrà trasmessa in diretta su Eurosport Player. Gli orari di trasmissione sono rintracciabili nella guida tv di Cicloweb

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile