Étoile de Bessèges, la seconda tappa va a Laporte. Quarto Bonifazio

La seconda frazione dell’Étoile de Bessèges, la Saint-Geniés-de-Malgoires-La Calmette di 154 km, è stata caratterizzata da una fuga di cinque elementi, per altro di buona qualità: all’attacco sono andati Amaury Capiot (Sport Vlaanderen-Baloise), Romain Combaud (Delko Marseille Provence), Jérôme Cousin (Direct Énergie), Pierre Luc Périchon (CofidisSolutions Crédits) e Emiel Vermeulen (Natura4Ever-Roubaix Lille Métropole).

L’elevata velocità dei battistrada (la media della prima ora è stata di 46 km/h) ha loro consentito di avere un margine massimo di 3’15” attorno al km 75. A lavorare in gruppo sono i gregari della EF Education First, della Groupama-FDJ e della Vital Concept-B&B Hotels che si incaricano di far diminuire il gap; a 30 km dalla conclusione, quando sono 1’10” a separare i due tronconi, davanti si assiste all’attacco di Cousin, con il solo Capiot che decide di seguirlo. Gli altri tre si rialzano e attendono il plotone.

Tuttavia l’azione di Capiot e Cousin finisce già ai meno 16 km, poco prima che il gruppo si spezzasse in due tronconi a causa di una caduta che, fortunatamente, non causa problemi fisici ad alcuno. Le formazioni degli sprinter si danno battaglia per portare davanti i rispettivi sprinter, con Trek-Segafredo, Cofidis Solutions Crédits, Lotto Soudal, Gazprom-RusVelo e Wallonie Bruxelles particolarmente attive.

Sono proprio quest’ultimi ad entrare davanti nell’ultimo km, con un gran lavoro di Baptiste Planckaert. Il primo a lanciare lo sprint è Niccolò Bonifazio, che parte a quasi 400 metri dal traguardo, con la strada in leggera ma costante discesa. Il ligure viene tuttavia superato di gran carriera da Christophe Laporte, che va a conquistare nettamente la prima affermazione della stagione.

Alle spalle del portacolori della Cofidis Solutions Crédits si classifica Clément Venturini (AG2R La Mondiale) mentre terzo è Enzo Wouters: il giovane belga della Lotto Soudal parte troppo tardi e, nonostante una gran rimonta, va comunque sul podio. Quarta posizione per Niccolò Bonifazio (Direct Énergie).

Seguono Roy Jans (Corendon-Circus), Pierre Barbier (Natura4Ever-Roubaix Lille Métropole), Kenny Dehaes (Wallonie Bruxelles), Bram Welten (Team Arkéa-Samsic), August Jensen (Israel Cycling Academy) e Jordi Warlop (Sport Vlaanderen-Baloise).

Grazie al successo, Laporte balza in vetta alla classifica, sopravanzando Bryan Coquard (Vital Concept-B&B Hotels) per la somma dei piazzamenti. Domani nuova frazione adatta ai velocisti, con partenza e arrivo a Bessèges per complessivi 158 km.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile