Davide Cimolai intervistato dai collegi de l'Équipe Tv © Israel Cycling Academy
Davide Cimolai intervistato dai collegi de l'Équipe Tv © Israel Cycling Academy

Cimolai: «Sono emozionato come un neoprofessionista»

Giro d’Italia, le dichiarazioni della vigilia: Mollema punta alla classifica, Modolo e Mareczko agli sprint

Bauke Mollema (Trek-Segafredo): «Mi sento pronto per il mio terzo Giro dopo quelli del 2010 e del 2017. Credo che l’ultima crono sia la stessa del mio primo Giro. Conosco anche il San Luca per aver corso il Giro dell’Emilia diverse volte. Tutte e tre sono prove difficili ma ho lavorato su questa specialità nei mesi passati. Ho anche fatto la ricognizione di sei o sette tappe di montagna, sono preparato. Il mio primo obiettivo sarà di lottare per la classifica generale. Mi sento al livello in cui volevo essere alla partenza del Giro, anche se sono consapevole della qualità del gruppo dei favoriti».

Davide Cimolai (Israel Cycling Academy): «È davvero strano essere alla mia prima partecipazione al Giro, sono sempre stato un corridore italiano non convenzionale. In passato ero ossessionato dal Tour e le squadre per cui ho corso mi ci hanno sempre mandato. Finalmente sono qui, emozionato come un neo professionista. Dopo due anni in cui ho corso come ultimo uomo per Arnaud Démare ho ritrovato fiducia nel mio sprint. Ci sono grandi nomi al via di questo Giro ma non grandi treni nelle squadre dei velocisti, forse l’unica eccezione è la Deceuninck-Quick Step».

Sacha Modolo (EF Education First): «Per me, il Giro d’Italia rappresenta il principale momento della stagione. Quest’anno in modo ancora più particolare, dato che ci sono due tappe che transitano vicino a casa mia, per cui ci saranno ancora più tifosi a supportarmi lungo la strada».

Jakub Mareczko (CCC Team): «Il Giro d’Italia è una delle mie corse preferite, è il grande giro di casa e a cui tengo molto. Come di consueto ci sono diverse buone opportunità per i velocisti ed avendo concluso al secondo posto in passato per tre volte, quest’anno voglio lottare per la vittoria. Non sono pienamente soddisfatto della forma con cui arrivo ma ho fiducia in me stesso e in tutto il team».

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

Versione stampabile