Terza vittoria per Dylan Groenewegen © PhotoNews

Dylan Groenewegen inarrestabile alla 4 Jours de Dunkerque, terzo successo di fila

La 4 Jours de Dunkerque parla ancora la lingua di Dylan Groenewegen. Il fenomenale olandese della Jumbo-Visma si prende anche la terza tappa dominando senza apparenti difficoltà la volata sul traguardo di Compiègne. Un terno secco sulla ruota francese che conferma lo stato di forma di un fenomeno da otto successi in questo 2019.

Dopo la retrocessione di Clement Venturini sul traguardo di Saint-Quentin, la 4 Jours de Dunkerque vive il suo terzo atto nei 156 chilometri che congiungono Laon e Compiègne, 90 chilometri a nord-est di Parigi.

Tappa mista senza grandi asperità per i corridori al via, naturalmente stimolante per fughe da lontano. Invito prontamente raccolto da cinque corridori dopo soli cinque chilometri di gara: Jens Keukeleire della Lotto Soudal, Elmar Reinders della Roompot-Charles, Jimmy Turgis della Vital Concept-B&B Hotels, Nicolas Baldo della St.Michel-Auber 93 e Dries De Bondt della Corendon-Circus. Vantaggio che sale sino ai 2’35” minuti, per poi venire inevitabilmente meno a sei chilometri dal traguardo.

La Cofidis alza la voce al comando del gruppo compatto per lanciare il campione uscente Dimitri Claeys, ma dopo lo striscione dell’ultimo chilometro arriva l’ennesimo assolo di Dylan Groenewegen. Non c’è storia per i rivali, con il secondo posto di Marc Sarreau della Groupama-FDJ e il terzo di Christophe Laporte della Cofidis. Seguono Roy Jans della Corendon Circus, Timothy Dupont della Wanty-Gobert e Aksel Nömmela della Wallonie Bruxelles, nuovamente declassato Clément Venturini (AG2R) che aveva tagliato il traguardo in quarta posizione dopo un pericoloso contatto con Roy Jans.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

Versione stampabile