Amanda Spratt precede Soraya Paladin all'Emakumeen Bira © Getty Images
Amanda Spratt precede Soraya Paladin all'Emakumeen Bira © Getty Images

Emakumeen Bira, solo Amanda Spratt precede Soraya Paladin. Quinta Elisa Longo Borghini

La rampetta finale della Aduna-Amasa di 112 km ha creato le differenze nella seconda tappa dell’Emakumeen Bira. A iniziare il lungo rettilineo all’insù in prima posizione è stata Amanda Spratt; la minuta scalatrice della Mitchelton-Scott, sempre sui pedali, è riuscita a tenere il comando fin sulla linea del traguardo, dove ha colto la terza affermazione del suo 2019.

La trentunenne ha preceduto di mezza ruota la sempre solida Soraya Paladin; la trevigiana della Alé Cipollini prolunga ancora il suo strepitoso momento di forma, con dodici top ten racimolate nelle ultime cinque settimane di gara. Terzo posto per la spagnola Mavi García (Movistar Team), quarta a 3″ la neerlandese Amy Pieters (Boels-Dolmans) e quinta a 8″ Elisa Longo Borghini (Trek-Segafredo), giusto davanti a Annemiek van Vleuten (Mitchelton-Scott).

Con questa vittoria Amanda Spratt balza in vetta alla classifica generale con 12″ su Paladin e García. Domani esigente arrivo in salita nella Ametzaga de Zuia-Santa Teodosia di 100 km: l’asperità conclusiva misura 2700 metri con una pendenza media del 9.4%.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

Versione stampabile