Jan Willem van Schip esulta al Baloise Belgium Tour © Belga
Jan Willem van Schip esulta al Baloise Belgium Tour © Belga

Il Belgium Tour si apre nel segno di Van Schip: va in fuga, resiste e beffa i velocisti

Sotto una fitta pioggia si è aperta l’edizione 2019 del Baloise Belgium Tour: la frazione inaugurale, la Sint Niklaas-Knokke Heist di 183.5 km è stata caratterizzata da una fuga a cinque. All’attacco sono andati i belgi Glenn Debruyne (Cibel), Tom Dernies (Natura4Ever-Roubaix Lille Métropole), Thomas Sprengers (Sport Vlaanderen-Baloise) e David Boucher (Tarteletto-Isorex) e il neerlandese Jan Willem van Schip (Roompot-Charles).

Proprio quest’ultimo, a 5 km dall’arrivo e con il gruppo a 35″ di ritardo, ha piazzato un deciso allungo che ha fatto staccare i rivali. Nonostante dietro lavorassero diverse formazioni, con Deceuninck-Quick Step e Sport Vlaanderen-Baloise particolarmente attive, il talentuoso pistard ha proseguito il suo incedere, entrando negli ultimi 3 km con 25″ e conservando una quindicina di secondi sotto l’arco dell’ultimo km.

Il ventiquattrenne neerlandese procede senza la minima incertezza sino alla rampa d’arrivo, tagliando il traguardo a braccia alzate. Per Van Schip si tratta della prima affermazione stagionale su strada. Ritardo di 4″ per l’avanguardia del gruppo, con il nuovo acquisto della Corendon-Circus Tim Merlier a regolare il favorito Fabio Jakobsen (Deceuninck-Quick Step).

Completano la top ten Lionel Taminiaux (Wallonie Bruxelles), Roy Jans (Corendon-Circus), Jasper Philipsen (Belgio), Daan Soete (Pauwels Sauzen-Bingoal), Tom Van Asbroeck (Israel Cycling Academy), Arne Marit (Belgio) e Rudy Barbier (Israel Cycling Academy). Domani in programma l’interessante Knokke Heist-Zottegem di 179.9 km caratterizzata da diversi tratti di pavé.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile