Krists Neilands trionfa al Tour de Hongrie © Tour de Hongrie
Krists Neilands trionfa al Tour de Hongrie © Tour de Hongrie

Tour de Hongrie, azione da applausi per Neilands che si prende tappa e maglia. Terzo Frapporti

In una giornata in cui Evenepoel e Van Aert danno spettacolo, questa vittoria potrebbe passare in secondo piano. Ma sarebbe irrispettoso nei confronti di Krists Neilands, autore oggi nella seconda tappa in linea del Tour de Hongrie di una prestazione da applausi. Il portacolori della Israel Cycling Academy ha attaccato nell’ultima salita di giornata, quella di Bükkszentkereszt, a circa 28 km dalla fine della Balassagyarmat-Miskolc di 201 km.

Nonostante diverse formazioni, prima fra tutte la Androni Giocattoli-Sidermec del leader Belletti, abbiano provato a fondo a ricucire la situazione, il campione lettone ha persino aumentato il margine fra discesa e pianura, tagliando il traguardo in perfetta solitudine e conquistando in tal modo la prima affermazione stagionale.

All’interno dei 3 km conclusivi il gruppo è stato spezzettato da una caduta: a cogliere il secondo posto a 1′ tondo dal vincitore è stato il danese Louis Bendixen (Team Coop). Seguono in top ten Marco Frapporti (Androni Giocattoli-Sidermec), Matej Zahalka (Elkov-Author) e Mathias Le Turnier (Cofidis, Solutions Credits). Completano la top ten Marton Dina (Kometa Cycling Team), Stefano Oldani (Kometa Cycling Team), Luis Ángel Maté (Cofidis, Solutions Credits), Hayden McCormick (Team Bridgelane) e Attila Valter (CCC Development Team).

Domani in programma una frazione più agevole, la Kazincbarcika-Tiszafüred di 115 km, con probabile arrivo allo sprint. E si ripartirà con Krists Neilands meritatamente in possesso della maglia di capoclassifica con 1’07” su Manuel Belletti e 1’10” su Louis Bendixen.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile