- Cicloweb - http://www.cicloweb.it -

Giro d’Italia femminile 2019

Il percorso

Il Giro d’Italia femminile, o Giro Rosa come siamo anche soliti chiamarlo, non è solo la corsa a tappe più lunga che le donne si trovano a dover affrontare a livello internazionale, ma è anche l’unica che presenta caratteristiche tecniche assimilabili a quelle delle grandi corse a tappe maschili: cronometro a squadre, cronometro individuale, grandi montagne, arrivi in volata e frazioni intermedie. Insomma, al Giro Rosa c’è di tutto ed in questi dieci giorni di gara ci sarà tutto il terreno per dare spettacolo.

Fin dal primo giorno non ci sarà modo di scherzare perché la cronometro a squadre da Cassano Spinola e Castellania Coppi può creare distacchi importanti: sono infatti 18 chilometri con due tratti in salita, il primo verso Sant’Agata Fossili, il secondo verso il traguardo finale; praticamente non ci sarà un metro di pianura e le pendenze in alcuni tratti arriveranno anche al 7%. Impegnativa è anche la cronometro individuale che sarà praticamente una cronoscalata di 12.1 a Teglio in Valtellina: se si esclude un breve tratto iniziale in leggera discesa, la pendenza media sarà attorno al 5% con punte all’8%.

Tre saranno invece gli arrivi in salita. Si inizia il terzo giorno con il traguardo ai 1049 metri di Piedicavallo in provincia di Biella: salita lunga ma pedalabile, 12 km al 4%, ma nel finale si fa un po’ più cattiva. Le differenze vere però si faranno nella quinta tappa, senza dubbio la frazione regina: dopo aver affrontare Mortirolo, Stelvio e Zoncolan, la nuova conquista del Giro Rosa sarà il Passo Gavia con un arrivo di tappa posto a quota 2652 metri. Attenzione però, perché dopo essere stato cancellato dal Giro d’Italia maschile, il Gavia rischia anche tra le donne: il piano sarebbe di affrontarlo dal versante di Santa Caterina di Valfurva, ma la strada è attualmente chiusa per una frana; la situazione si sbloccherà o ci sarà un cambio di percorso? Nel caso, ci sarà comunque il terzo arrivo in salita, molto impegnativo: la nona e penultima tappa sarà a Malga Montasio, ascesa già vista al Giro uomini del 2013 e che presenta 11 km all’8% medio.

Guai a dare per scontate le altre cinque tappe in programma. La seconda tappa presenta il Colle del Lys in partenza e poi un finale in leggera salita da velociste resistenti, la quarta tappa è di nuovo per ruote veloci ma ci sarà qualche collinetta da superare, e la decima tappa si concluderà sullo strappo del Castello di Udine, poche centinaia di metri in pavé con pendenze toste. E poi ci sono le due tappe di San Giorgio di Perlena e Maniago: potrebbero essere occasioni per una fuga ma sono percorsi molto insidiosi, uno con La Rosina e l’arrivo in pendenza, l’altro con la durissima Forcella di Pala Barzana dal versante opposto a quello del 2017.

Le tappe

Venerdì 5/7 - 1a tappa: Cassano Spinola - Castellania Coppi (Cronosquadre, 18 km)

Partenza: Cassano Spinola ore 14.30 (prima squadra)
Arrivo: Castellania Coppi ore 16.10 circa (ultima squadra)

Sprint: Nessuno
Gpm: Nessuno

Sabato 6/7 - 2a tappa: Viù - Viù (78.3 km)

Partenza: Viù ore 12.15
Arrivo: Viù ore 14.05-14.25

Sprint: Lanzo Torinese km 61.4
Gpm: Colle del Lys (1414 m-2a cat.) km 15.7

Domenica 7/7 - 3a tappa: Sagliano Micca - Piedicavallo (104.1 km)

Partenza: Sagliano Micca ore 12.15
Arrivo: Piedicavallo ore 14.40-15.00

Sprint: Gaglianico km 76.5
Gpm: Piedicavallo (1049 m-2a cat.-Arrivo) km 104.1

Lunedì 8/7 - 4a tappa: Lissone - Carate Brianza (100.1 km)

Partenza: Lissone ore 12.10
Arrivo: Carate Brianza ore 14.30-14.50

Sprint: Sovico km 73.8
Gpm: Besana in Brianza (342 m-3a cat,) km 86.5

Martedì 9/7 - 5a tappa: Ponte in Valtellina - Lago di Cancano (88.8 km)

(Percorso modificato rispetto all’originale)

Partenza: Ponte in Valtellina ore 11.40
Arrivo: Lago di Cancano ore 14.05-14.30

Sprint: Nessuno
Gpm: Teglio (1063 m-2a cat.) km 15.3

Mercoledì 10/7 - 6a tappa: Chiuro - Teglio (12.1 km)

Partenza: Chiuro ore 11.00 (prima ciclista)
Arrivo: Teglio ore ore 13.30 circa (ultima ciclista)

Sprint: Nessuno
Gpm: Nessuno

Giovedì 11/7 - 7a tappa: Cornedo Vicentino - Fara Vicentino (128.3 km)

Partenza: Cornedo Vicentino ore 12.10
Arrivo: San Giorgio di Perlena ore 15.15-15.40

Sprint: Lugo di Vicenza km 60.3
Gpm: Monte di Malo (257 m-3a cat.) km 36.4, San Giorgio di Perlena (290 m-3a cat.) km 72.5, Rosina (263 m-3a cat.) km 102.2

Venerdì 12/7 - 8a tappa: Vittorio Veneto - Maniago (133.3 km)

Partenza: Vittorio Veneto ore 12.05
Arrivo: Maniago ore 15.30-15.33

Sprint: Polcenigo km 24.6, Meduno km 80
Gpm: Forcella di Pala Barzana (863 m-2a cat.) km 61, Clauzetto (600 m-3a cat.) km 96.4

Sabato 13/7 - 9a tappa: Gemona - Malga Montasio (125.5 km)

Partenza: Gemona ore 12.10
Arrivo: Malga Montasio ore 15.25-15.50

Sprint: Gemona km 75.2
Gpm: Malga Montasio (1546 m-1a cat.) km 125.5

Domenica 14/7 - 10a tappa: San Vito al Tagliamento - Udine (120 km)

Partenza: San Vito al Tagliamento ore 12.10
Arrivo: Udine ore 15.00-15.20

Sprint: Mereto di Tomba km 65.3
Gpm: Moruzzo (260 m-3a cat.) km 107.7

Le protagoniste

Per quanto riguarda la vittoria finale, la grande attesa di questo Giro d’Italia femminile 2019 è tutta sul duello tra le vincitrici delle ultime due edizioni, Annemiek van Vleuten e Anna van der Breggen: la 36enne delle Mitchelton-Scott è la maglia rosa uscente ed è forse la principale favorita per fare il bis in una stagione che l’ha già vista vittoriosa alla Strade Bianche e alla Liegi-Bastogne-Liegi, la campionessa olimpica della Boels-Dolmans invece ha vinto la Freccia Vallone e l’Amgen Tour of California dove ha brillato in salita. Fin dalla cronosquadre sarà una grande battaglia tra queste due fantastiche atlete che si sfideranno sia sul piano fisico che su quello mentale.

In questo duello giocheranno un ruolo importante le squadre, ed entrambe sono molto ben attrezzate: la Mitchelton-Scott, oltre a Van Vleuten, può contare su Amanda Spratt che finì terza l’anno scorso (e Lucy Kennedy anche!), la Boels-Dolmans invece affiancherà a Van der Breggen la scalatrice americana Katie Hall che l’unico Giro Rosa lo ha disputato nel 2014 quando non aveva ancora raggiunto il livello attuale.

Sembra oggettivamente difficile ipotizzare una vincitrice diversa dalle due stelle provenienti dai Paesi Bassi, ma sono comunque tante le atlete che si presentano al via di questo Giro Rosa con ambizioni di alta (o altissima) classifica. Prendiamo ad esempio la 33enne sudafricana Ashleigh Moolman (CCC Liv) che l’anno scorso fu l’unica a provare a resistere al ritmo indiavolato di Van Vleuten sullo Zoncolan per poi finire seconda in classifica generale. E poi c’è la nostra Elisa Longo Borghini (Trek-Segafredo) che quest’anno sembra essere essersi ritrovata ed è riuscita a vincere la classifica finale dell’Emakumeen Bira con due azioni molto convincenti nelle ultime due tappe.

Punteranno in alto anche la polacca Katarzyna Niewiadoma (Canyon-SRAM) e la danese Cecilie Uttrup Ludwig (Bigla), che sulla carta potranno lottato anche per il podio, sebbene il percorso sia forse un po’ troppo impegnativo anche per la loro condizione migliore: Niewiadoma, classe 1994, ha vinto l’Amstel ed a giugno è stata seconda all’OVO Energy Women’s Tour, Ludwig invece è un anno più giovane e vuole migliorare il sesto posto dell’anno scorso. Guai a sottovalutare la neerlandese Lucinda Brand (Sunweb) che però avrà difficoltà a bissare il quarto posto dell’anno scorso, mentre in salita bisognerà fare grande attenzione alla spagnola Eider Merino (Movistar) che fu quarta sullo Zoncolan e alla possibile rivelazione Demi Vollering (Parkhotel).

Per quanto riguarda le italiane, non c’è solo Elisa Longo Borghini: gli anni passano ma Tatiana Guderzo (BePink) è un’atleta che va sempre tenuta in considerazione quando la posta in palio si fa importante, poi c’è la scalatrice pura Erica Magnaldi (WNT-Rotor) che si troverà di fronte un percorso perfetto per le sue caratteristiche, e ancora vanno seguire la 26enne Soraya Paladin (Alé) che quest’anno ha fatto un netto salto di qualità e la giovane Sofia Bertizzolo (Virtu), maglia bianca l’anno scorso. Il Giro segnerà anche il debutto stagionale di Rossella Ratto (BTC City Ljubljana) che sembra aver superato gli infortuni che l’hanno tenuta ferma per tutta la prima parte del 2019.

Tra le atlete che sulla carta sono fuori dai giochi di classifica generale, ma che quasi sicuramente animeranno questo Giro Rosa 2019 andando a caccia di traguardi parziali, spicca ovviamente la fuoriclasse Marianne Vos (CCC Liv) che l’anno scorso vinse a Breganze e che avrà diverse occasioni per brillare a sua disposizione. Molto interessante è anche la canadese Leah Kirchmann (Sunweb), veloce e resistente come Amy Pieters (Boels-Dolmans) e Rasa Leleivyte (Aromitalia Vaiano), mentre tra le velociste più pure segnaliamo la presenza al via di Kirsten Wild (WNT-Rotor), Lotte Kopecky (Lotto Soudal), Hannah Barnes (Canyon-SRAM), Sarah Roy (Mitchelton-Scott), Arianna Fidanza (Eurotarget-Bianchi) e Laura Tomasi (Top Girls Fassa Bortolo).

La startlist ufficiale

Mitchelton - Scott
1 VAN VLEUTEN Annemiek
2 SPRATT Amanda
3 KENNEDY Lucy
4 BROWN Grace
5 ROY Sarah
6 TENNIGLO Moniek
Alé Cipollini
11 NA Ahreum
12 QUAGLIOTTO Nadia
13 KASPER Romy
14 PALADIN Soraya
15 ERIC Jelena
16 YONAMINE Eri
Aromitalia - Basso Bikes - Vaiano
21 LELEIVYTĖ Rasa
22 BALDUCCI Michela
23 BEGGIN Sofia
24 BORGHESI Letizia
25 CIPRIANI Carmela
26 NESTI Nicole
Conceria Zabri - Fanini
31 SALTON Basei Marzia
32 MEUCCI Claudia
33 BORTOLOTTI Simona
34 GEPPI Leonora
35 DE RANIERI Lisa
36 FOLLONI Silvia
BePink
41 GUDERZO Tatiana
42 FRAPPORTI Simona
43 VALSECCHI Silvia
44 RAGUSA Katia
45 PERINI Chiara
46 STEIGENGA Nicole
Bigla Pro Cycling
51 LUDWIG Cecilie Uttrup
52 BANKS Elizabeth
53 THOMAS Leah
54 CHABBEY Elise
55 HARVEY Mikayla
56 NOSKOVA Nikola
Bikzaia - Durango
61 D'AGOSTIN Nicole
62 LOPEZ Enara
63 GONZALEZ Lucia
64 ALONSO Sandra
65 MARTINEZ Cristina
66 GRINCZER Natalie
Boels - Dolmans
71 VAN DER BREGGEN Anna
72 BLAAK Chantal
73 CANUEL Karol-Ann
74 HALL Katie
75 PIETERS Amy
76 BUURMAN Eva
BTC City Ljubljana
81 BUJAK Eugenia
82 NILSSON Hanna
83 ZIGART Urska
84 PINTAR Ursa
85 RATTO Rossella
86 BOOGAARD Maaike
Canyon // SRAM
91 AMIALIUSIK Alena
92 BARNES Hannah
93 SHAPIRA Omer
94 CROMWELL Tiffany
95 NIEWIADOMA Katarzyna
96 RYAN Alexis
CCC - Liv
101 MOOLMAN Ashleigh
102 VOS Marianne
103 ROOIJAKKERS Pauliena
104 KOREVAAR Jeanne
105 LACH Marta
106 MARKUS Riejanne
Cogeas - Mettler Pro Cycling Team
111 PAINE Deborah
112 PLIASKINA Anastasiia
113 CHRISTOFOROU Antri
114 SAARELAINEN Sari
115 DEYKO Olga
116 UVAROVA Marina
Eurotarget - Bianchi - Vittoria
121 FIDANZA Arianna
122 COVRIG Ana
123 MORZENTI Lisa
124 FRANCHI Elena
125 GASPARINI Alice
126 FERNANDES Clemilda
FDJ Nouvelle Aquitaine Futuroscope
131 GILLOW Shara
132 BECKER Charlotte
133 BRAVARD Charlotte
134 GUILMAN Victorie
135 MUZIC Evita
136 RICHIOUD Greta
Lotto Soudal Ladies
141 DOM Annelies
142 KOPECKY Lotte
143 VAN DE VELDE Julie
144 VAN DEN STEEN Kelly
145 BRAAM Danique
146 CHRISTMAS Dani
Movistar Team
151 BIANNIC Aude
152 PATIÑO Paula
153 GUTIERREZ Sheyla
154 JASINSKA Malgorzata
155 MERINO Eider
156 RODRIGUEZ Gloria
Parkhotel Valkenburg
161 DE VUYST Sofie
162 VOLLERING Demi
163 BUYSMAN Nina
164 RAAIJMAKERS Marit
165 VAN VEEN Esther
166 DE BOER Sophie
Servetto - Piumate - Beltrami TSA
171 POTOKINA Anna
172 DOBRYNINA Kseniia
173 VYSOTSKA Yevgenia
174 HAJKOVA Marketa
175 GONCHAROVA Alexandra
176 CAUZ Francesca
Team Sunweb
181 BRAND Lucinda
182 MATHIESEN Pernille
183 KIRCHMANN Leah
184 LABOUS Juliette
185 MACKAIJ Floortje
186 SOEK Julia
Team Virtu Cycling
191 PENTON Sara
192 KOSTER Anouska
193 KROGSGAARD Birgitte
194 AALERUD Katrine
195 BERTIZZOLO Sofia
196 NEYLAN Rachel
Tol Girls - Fassa Bortolo
201 DALLA VALLE Elisa
202 LEONARDI Elena
203 MARTURANO Greta
204 PERINOVIC Maja
205 STEFANI Martina
206 TOMASI Laura
Trek - Segafredo
211 CORDON-RAGOT Audrey
212 LONGO BORGHINI Elisa
213 PLICHTA Anna
214 WILES Tayler
215 WINDER Ruth
216 WORRACK Trixi
Valcar - Cylance
221 ARZUFFI Alice Maria
222 PIRRONE Elena
223 SANGUINETI Ilaria
224 PALADIN Asja
225 MUCCIOLI Dalia
226 VIGILIA Alessia
WNT - Rotor
231 MAGNALDI Erica
232 VIECELI Lara
233 SANTESTEBAN Ane
234 HAMMES Kathrin
235 ENSING Janneke
236 WILD Kirsten

La corsa in tv

La corsa verrà trasmessa tutti i giorni in differita da RaiSport ma, grazie alla partnership con PMG Sport, le immagini saranno disponibili ogni pomeriggio anche su Cicloweb.it. Gli orari ed i canali di trasmissione sono rintracciabili nella nostra guida tv.

Albo d’oro

2018Annemiek Van Vleuten (OLA)Ashleigh Moolman (RSA)Amanda Spratt (AUS)
2017Anna van der Breggen (OLA)Elisa Longo Borghini (ITA)Annemiek Van Vleuten (OLA)
2016Megan Guarnier (USA)Evelyn Stevens (USA)Anna van der Breggen (OLA)
2015Anna van der Breggen (OLA)Mara Abbott (USA)Megan Guarnier (USA)
2014Marianne Vos (OLA)Pauline Ferrand-Prévot (FRA)Anna van der Breggen (OLA)
2013Mara Abbott (USA)Tatiana Guderzo (ITA)Claudia Häusler (GER)
2012Marianne Vos (OLA)Emma Pooley (GBR)Evelyn Stevens (USA)
2011Marianne Vos (OLA)Emma Pooley (GBR)Judith Arndt (GER)
2010Mara Abbott (USA)Judith Arndt (GER)Tatiana Guderzo (ITA)
2009Claudia Häusler (GER)Mara Abbott (USA)Nicole Brändli (SVI)
2008Fabiana Luperini (ITA)Amber Neben (USA)Claudia Häusler (GER)
2007Edita Pucinskaite (LIT)Nicole Brändli (SVI)María Isabel Moreno (SPA)
2006Edita Pucinskaite (LIT)Nicole Brändli (SVI)Susanne Ljungskog (SVE)
2005Nicole Brändli (SVI)Joane Somarriba (SPA)Edita Pucinskaite (LIT)
2004Nicole Cooke (GBR)Fabiana Luperini (ITA)Priska Doppmann (SVI)
2003Nicole Brändli (SVI)Edita Pucinskaite (LIT)Joane Somarriba (SPA)
2002Svetlana Bubnenkova (RUS)Zinaida Stahurskaja (BLR)Diana Žiliute (LIT)
2001Nicole Brändli (SVI)Diana Žiliute (LIT)Edita Pucinskaite (LIT)
2000Joane Somarriba (SPA)Alessandra Cappellotto (ITA)Valentina Polchanova (RUS)
1999Joane Somarriba (SPA)Svetlana Bubnenkova (RUS)Daniela Veronesi (SMR)
1998Fabiana Luperini (ITA)Linda Jackson (CAN)Barbara Heeb (SVI)
1997Fabiana Luperini (ITA)Linda Jackson (CAN)Edita Pucinskaite (LIT)
1996Fabiana Luperini (ITA)Alessandra Cappellotto (ITA)Imelda Chiappa (ITA)
1995Fabiana Luperini (ITA)Luzia Zberg (SVI)Roberta Bonanomi (ITA)
1994Michela Fanini (ITA)Kathryn Watt (AUS)Luzia Zberg (SVI)
1993Lenka Ilavská (SVC)Luzia Zberg (SVI)Imelda Chiappa (ITA)
1991-92Non disputato
1990Catherine Marsal (FRA)Maria Canins (ITA)Kathryn Watt (AUS)
1989Roberta Bonanomi (ITA)leksandra Koljaseva URSSTea Vyksted Nyman (FIN)
1988Maria Canins (ITA)Elizabeth Hepple (AUS)Petra Rossner (GER)