Il Team Katusha Alpecin © Getty Images
Il Team Katusha Alpecin © Getty Images

Quale futuro per la Katusha Alpecin? Sul tavolo proseguimento, fusione e chiusura del team

Nubi si addensano sul futuro prossimo del Team Katusha Alpecin. Non è più un segreto che l’azienda tedesca produttrice di shampoo saluterà la squadra, rimanendo comunque interessata al mondo del ciclismo, magari sponsorizzando un’altra formazione. Si interromperà dopo otto anni la collaborazione con Canyon, con il colosso teutonico che rimarrà con la Movistar e aumenterà il proprio impegno con Mathieu van der Poel e la sua Corendon-Circus.

Il sodalizio di matrice russa ma di licenza elvetica si trova così alle prese con un momento non agevole: da diverse fonti emerge l’indiscrezione che il team possa chiudere i battenti o che addirittura possa unire le forze con altre squadre (la Israel Cycling Academy è la principale indiziata, ma non viene esclusa neppure la Corendon-Circus).

Il general manager José Azevedo ha affermato di essere in trattativa per reperire nuovi sponsor e ha smentito la voce che il team non abbia presentato la domanda di licenza per il 2020 all’UCI. A quanto risulta a Cicloweb, la formazione ha informato i propri corridori di essere liberi di trovarsi una sistemazione dato che le trattative ora in corso sono complesse e che nei prossimi giorni verrà detta agli atleti una parola definitiva sulla prosecuzione o meno dell’attività.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio




Versione stampabile