Il Team Katusha-Alpecin al Tour de France © ASO
Il Team Katusha-Alpecin al Tour de France © ASO

La Katusha continua l’attività? L’ultima voce è la fusione con un altro team. Che smentisce

Se diciassette formazioni World Tour sono sicure del loro avvenire, ce n’è una che, da tempo, è ancora alla ricerca di assicurarsi l’avvenire. È il Team Katusha che, di sicuro, perderà il cosponsor Alpecin e il fornitore di bici Canyon; per continuare l’attività, la compagine di licenza elvetica ma di matrice russa sta facendo il giro delle sette chiese per trovare una formazione con cui fondersi in modo da evitare la chiusura.

Nelle settimane scorse veniva data in vantaggio la Israel Cycling Academy, ma dalle ultime indiscrezioni questa pista pare essersi raffreddata. Ben più viva, invece, la voce anticipata dal sito neerlandese Wielerflits, che specifica come Igor Makarov, proprietario del team del massimo circuito, possa unire le forze con una ambiziosa compagine Professional qual è il Team Arkéa-Samsic guidato da Emmanuel Hubert.

Da quanto trapela, le due squadre potrebbero portare con sé i corridori già sotto contratto per il 2020, vale a dire 11 ciascuno, utilizzando bici BMC. Per il Team Katusha gli atleti in questione sono Enrico Battaglin, Jenthe Biermans, Jens Debusschere, Alex Dowsett, Reto Hollenstein, Daniel Navarro, Nils Politt, Dmitry Strakhov, Harry Tanfield, Mads Würtz Schmidt e Rick Zabel. Per il Team Arkéa-Samsic i nomi sono Warren Barguil, Maxime Bouet, Anthony Delaplace, Elie Gesbert, André Greipel (se non rescinde anticipatamente il legame), Thibault Guernalec, Romain Hardy, Laurent Pichon, Alan Riou, Connor Swift e Bram Welten.

A loro, riporta il sito, potrebbero aggiungersi Nacer Bouhanni, da tempo avvicinato al team bretone, e soprattutto Nairo Quintana con il “suo” blocco composto dal fratello minore Dayer oltre a Diego Rosa, Winner Anacona e dal giovane Fernando Barcelò.

Ma dopo un paio d’ore arriva subito la secca smentita di Emmanuel Hubert: il team manager del Team Arkéa-Samsic, interpellato dal quotidiano Le Telegramme, afferma che «come altre squadre che ambiscono al WorldTour siamo stati sondati dalla dirigenza del Team Katusha ma non abbiamo dato seguito al loro abboccamento. È fuori questione una fusione della nostra squadra».

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile