Mikkel Bjerg sul podio ai Campionati del Mondo di Innsbruck © Bettiniphoto
Mikkel Bjerg sul podio ai Campionati del Mondo di Innsbruck © Bettiniphoto

Ennesimo talento per la UAE Team Emirates, ingaggiato Mikkel Bjerg

Sta diventando sempre più la formazione World Tour che accoglie la maggior varietà di giovani talenti: dopo Philipsen e Pogacar e gli acquisti già annunciati di Ardila, Covi e McNulty, la UAE Team Emirates ha ufficializzato l’innesto di un ulteriore big della categoria under 23, ovvero sia Mikkel Bjerg. Il ventunenne danese, due volte vincitore del Mondiale a cronometro della categoria, ha siglato un contratto triennale.

Queste le parole del team manager Joxean Matxin: «È uno dei migliori talenti mondiali nella cronometro, i due titoli iridati da Under 23 e la medaglia d’argento da juniores nel 2016, dietro al suo futuro compagno di squadra McNulty, sono una conferma. È opportuno citare anche i sui tentativi di record dell’ora effettuati nel 2017 e 2018, con i quali ha realizzato prestazioni molto vicine a quella di Wiggins, allora detentore del primato. Darà un grande valore aggiunto alla nostra squadra nel comparto delle cronometro. Le qualità di Mikkel non si esauriscono nella capacità di volare nelle prove contro il tempo: può infatti diventare un ottimo ciclista polivalente, forte sul passo e sul pavè e in grado di difendersi anche su brevi ascese».

Lo scandinavo, attualmente tesserato per la Hagens Berman Axeon, aggiunge: «Ho optato per la UAE Team Emirates perché è un gruppo che mostra grande interesse per lo sviluppo di giovani corridori. È davvero stimolante poter far parte di una squadra World Tour caratterizzata da una base di ciclisti esperti e da alcuni dei migliori talenti della nuova generazione, tra i quali Philipsen, Pogačar, McNulty e Ardila: nella mia attuale formazione, la Hagens Berman Axeon, è bello motivarsi a vicenda tra giovani corridori e penso sarà interessante farlo anche nella prossima stagione. Negli ultimi due anni ho avuto l’opportunità di crescere in un ambiente perfetto, che mi ha portato al punto per il quale ho lavorato tanto, ovvero nel World Tour: ho grande entusiasmo per la prospettiva di dimostrare di essere un corridore adatto a questo livello».

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini




Versione stampabile